Secondo le statistiche ogni italiano consuma all'anno mediamente 30 lattine d'alluminio. E in Italia vengono gettate via così tante lattine che se fossero impilate potrebbero ricoprire la metà della distanza tra la Terra e la Luna. Per produrre l’alluminio necessario per realizzare una lattina da 33 cl, del peso di 16 grammi, vengono inquinati 38 metri cubi di aria, corrispondente all'aria contenuta in una stanza, 18 litri di acqua, 53 volte la capienza della lattina stessa e 30 centimetri cubi di suolo. Per fortuna però l'alluminio è riciclabile al 100% e le lattine, specialmente quelle delle bevande, sono le confezioni più riciclate al mondo. Questo ovviamente accade se le lattine sono opportunamente raccolte e introdotte nel ciclo di riciclaggio.

Sul sito della Red Bull si legge: "Se una lattina viene lasciata a deturpare l’ambiente con indifferenza, ovviamente non potrà soddisfare il suo potenziale di riciclaggio. Sfortunatamente, in alcuni luoghi il degrado ambientale è tuttora un problema. Assicurandovi che la vostra lattina finisca nel cestino o nei contenitori per la raccolta differenziata, contribuirete a mantenere l’ambiente intatto, aumentando i livelli di riciclaggio con una riduzione del consumo di energia nonché dell’eccessivo sfruttamento delle risorse naturali".  Ma se il paese in cui vivete non ha ancora adottato idonee tecniche di riciclaggio, oppure non potete raggiungere gli appositi luoghi destinati al riciclo, se il vostro hobby è il riutilizzo di vecchi oggetti di alluminio, ecco alcune idee fai da te per riciclare le lattine d'alluminio e realizzare delle fantastiche lampade a costo zero. Lattine, scatolette per alimenti, tappi per bottiglie possono essere riutilizzati per creare lampade da tavolo, da parete, lampadari e qualsiasi punto luce vogliate. Come sosteneva Julius Robert von Mayer (1814–1878): "L’energia non va mai persa, viene solo redistribuita” e in questo caso è solo questione di fantasia.