A Manhattan sta per essere costruito il secondo grattacielo più alto di New York, dopo il World Trade. Si tratta del progetto dello studio di architettura internazionale Skidmore Owings & Merrill che realizzerà un nuovo edificio a Manhattan di 502 metri, con 83 piani di albergo e uffici. Sarà costruito al posto del Grand Hyatt di New York, lo storico edificio sulla 175 Park Avenue che Trump rivestì di vetro nero negli anni '80.

Situato sulla 175 Park Avenue, il nuovo grattacielo di 83 piani è stato sviluppato da RXR Realty e TF Cornerstone e sorgerà sul sito del Grand Hyatt di New York che oggi conta 26 piani. La struttura offrirà 500 camere d'albergo Hyatt ai piani superiori mentre al piano terra e cantina si sviluppa l'area commerciale e spazi per uffici. Il progetto di SOM include anche importanti lavori di ristrutturazione alla stazione della metropolitana sotterranea Grand Central.

Grand Hyatt New York
in foto: Grand Hyatt New York

La facciata su 175 Park Avenue caratterizzata da un elegante reticolo di colonne metalliche tubolari che convergono simmetricamente agli angoli della base. Ci sarà uno spazio esterno a livello dei marciapiedi che si collegherà anche al confinante viadotto di Park Avenue, oltre a uno specchio d'acqua riflettente, posti a sedere pubblici, due caffè, opere d'arte all'aperto e due Ascensori conformi ADA che collegano dalla strada alla metropolitana. L'altezza e la scala di 175 Park Avenue sono rese possibili grazie ai diritti aerei trasferibili provenienti dal Grand Central Terminal. La demolizione dell'esistente Grand Hyatt New York, inaugurato nel 1919 come Commodore Hotel e poi ristrutturato da Donald Trump negli anni 80′, dovrebbe iniziare il prossimo anno e richiedere un totale di 18 mesi di lavori, a seguito di una revisione pubblica questa primavera e con l'Uniform Land Use Review Process (ULURP) che dovrebbe concludersi entro la fine del 2021. Il completamento di 175 Park Avenue è previsto per il 2030.