Il faro di Kjeungskjær è l'unico faro ottagonale in Norvegia. Fondato nel 1880, il faro è stato abitato dal suo guardiano con famiglia fino al 1947. Dopo essere stato automatizzato nel 1987, il faro è stato trasformato in un originale alloggio in affitto con vista mozzafiato sul fiordo di Trondheim.

Si raggiunge solo in barca da Uthaug il faro di Kjeungskjær, uno dei fari più caratteristici della Norvegia, che guida il traffico dentro e fuori dal fiordo di Trondheim (Trondheimsfjord). Sorge su un minuscolo isolotto al largo di Ørlandet ed è caratterizzato da un volume ottagonale di colore rosso intenso che risplende su una trafficata corsia di navigazione a Bjungfjord. La struttura, alta 20 metri, aiuta ancora pescatori e viaggiatori che si avvicinano da mare al punto in cui l' Trondheim Fjord (Trondheimsfjord) incontra il Mare del Nord. Il faro però è anche uno degli alloggi in affitto più originali della Norvegia che permette di vivere un soggiorno da vero guardiano del faro.

La regione del Trøndelag è nota per il suo clima altamente imprevedibile. A Ørlandet, il mare può diventare improvvisamente molto agitato e pericoloso, ecco perché il faro di Kjeungskjær è costruito in pietra e la sua stanza delle lanterne in ghisa e possono resistere a tutte le condizioni esterne. Il faro è inoltre dotato di lenti Fresnel originali di fabbricazione francese che ancora oggi sono in funzione. In passato, prima che il faro venisse automatizzato, a causa della difficoltà delle condizioni di viaggio quotidiane, qui viveva un guardiano con la sua famiglia. In alcuni casi, nel faro viveva anche un insegnante privato per educare i figli del guardiano. L'ultimo guardiano ha lasciato Kjeungskjær nel 1987. Da allora, l'associazione del faro di Kjeungen ha rilevato e restaurato l'edificio di cinque piani e ha reso pubbliche le visite a questa caratteristica struttura in mezzo al mare dove è possibile anche soggiornare per godere dei suoi panorami mozzafiato e sentirsi il guardiano del faro almeno per una notte.