"Andremo in vacanza?", "Come sarà l'estate?", "Torneremo a viaggiare?", "Come potremo viaggiare?", sono solo alcune delle domande che un po' tutti ci stiamo ponendo in questo periodo di ripresa post quarantena da Covid19. Ora che la fase 2 del lockdown è in pieno sviluppo e l'estate si avvicina, il desiderio di partire sta affiorando in ognuno di noi e le ipotesi da parte dei designer di come torneremo a viaggiare sono sempre più numerose. L'azienda italiana Aviointeriors, specializzata nella produzione di poltrone per aerei, ha proposto una serie di soluzioni per prendere l'aereo in totale sicurezza.

Aviointeriors ha realizzato “Janus”, una poltrona bi-fronte che permette di conservare la triplice disposizione delle poltrone ma tenendo separati tutti e tre i passeggeri con una schermatura che li isola uno dall’altro a mo' di barriera protettiva per tutti. In questo modo il passeggero mantiene la distanza dagli altri e risulta isolato dai passeggeri vicini e anche dalle persone che transitano per il corridoio. L'altezza della schermatura è tale da impedire la propagazione del respiro verso i sedili adiacenti.

Il nome “Janus” si rifà al dio dell’Antica Roma: "Questa proposta si contraddistingue per l’inversione della posizione del posto centrale della tripla proprio per garantire il massimo isolamento tra i passeggeri seduti accanto l’uno all’altro mantenendo il medesimo comfort.", spiegano i progettisti di Aviointeriors, "Mentre i passeggeri seduti sui posti estremi, lato corridoio e lato parete, continuano ad essere posizionati nella direzione di volo come usuale, il passeggero seduto al centro è rivolto in senso inverso". I materiali usati sono facili da igienizzare e la soluzione adottata consente di non dover apportare modifiche alle cabine degli aerei. Aviointeriors ha proposto anche un kit da installare, “Glassafe”, che è realizzato in materiale trasparente per isolare ogni passeggero in modo da minimizzare contatti o interazioni e gli altri passeggeri per ridurre la probabilità di contagio da virus.