Proprio come un cavernicolo Manuel Barrantes per dodici anni ha cercato la casa ideale. Per trovarla non si è recato per le strade delle città bensì nella roccia del Costa Rica. Secondo il moderno uomo delle caverne una casa sottoterra ha molti vantaggi come quello di evitare l'inquinamento acustico e i cambiamenti climatici. Una volta trovata la sua roccia sotto terra nella città di San Isidro, a circa tre ore a sud della capitale della nazione, Manuel Barrantes ha cominciato a scavare ed oggi, dopo più di 10 anni, la sua casa ideale accoglie la sua famiglia in uno spazio di 2000 metri quadrati.

La casa dei Barrantes si chiama Topolandía, ed è un tunnel sotterraneo lungo oltre 400 metri scavato a mano con sculture, camere da letto, salotti, pozzi con acqua cristallina, bagni e docce, un museo con pezzi d'antiquariato, oggetti esoterici, sala conferenze, aree giochi per bambini e un posto che vende deliziosi bevande alla frutta. Tutta la galleria è decorata con personaggi intagliati nella roccia che creano un'atmosfera vivace e suggestiva. Alcune camere sono solo scavate nella roccia, altre dipinte e colorate. Tutto funziona come una casa normale ma sottoterra. Per realizzare questa meraviglia Manuel Barrantes ha viaggiato a lungo in Europa e Sud Amrica per apprendere le tecniche di scavo dei minatori.

Topolandia prende il nome proprio da Manuel Barrantes, noto come ‘El Hombre Topo' o ​​'The Mole Man' perché ha trascorso gli ultimi 12 anni della sua vita a sviluppare questa realtà sotterranea unica al mondo. Il 62enne del Costa Rica ha realizzato tutto a mano, utilizzando solo pale e picconi come attrezzi. La casa di Barrantes è isolata dal caldo e dal freddo e il suo mondo sotterraneo offre una protezione contro il riscaldamento globale e i disastri naturali come i terremoti. Tutti possono visitare Topolandia al costo di 6 dollari per i costaricani e 10 dollari per gli stranieri