Il "Cupolone" è sicuramente uno dei simboli incontrastati di Roma. Con i suoi 130 metri di altezza caratterizza molti scorci della città eterna. Lo skyline di Roma sicuramente è dominato dalla grandiosità della Cupola di San Pietro in Vaticano, che da secoli rappresenta un'immagine simbolo di Roma. Quando Michelangelo Buonarroti intervenne sul cantiere della Basilica di San Pietro, iniziato nel 1506 su progetto di Donato Bramante, fu soprattutto sulla Cupola emisferica che si concentrò. Chiaramente ispirato dalla struttura della Cupola di Santa Maria del Fiore a Firenze, opera dell'architetto Filippo Brunelleschi, la Cupola di San Pietro in Vaticano oggi è uno dei capolavori di architettura rinascimentale più rappresentati, complessi e spettacolari della storia. Ed è proprio a questo emblema di Roma e della storia dell'architettura che si è rifatto lo studio di design italiano AMeBE quando ha realizzato Cupola, il lampadario che illumina ogni casa con la bellezza della Cupola di San Pietro.

Cupola è la ricostruzione fedele della Cupola della Basilica di San Pietro. Con il lampadario dello studio AMeBE si introduce in casa un pezzo di storia dell'architettura e tutta la suggestione di una delle chiese più ammirate al mondo. Alessandra Mantovani e Eleonora Barbareschi, le designer italiane che costituiscono lo studio AMeBE, hanno adottato un approccio iper-realista nella creazione dello spettacolare lampadario. Ogni dettaglio della Cupola della Basilica di San Pietro è riprodotto a mano, fedelmente. All'interno del lampadario sono riportate tutte le scene affrescate sull'intradosso della Cupola di San Pietro. Cupola, presentato durante la Milano Design Week 2016, è stato infatti prodotto solo in edizione limitata di quindici esemplari.

Non possiamo smettere di dar vita a progetti in grado di stimolare domande, pensieri e provocazioni. Attraverso i nostri progetti esprimiamo la necessità e il desiderio di stimolare la sfera dei sentimenti e delle emozioni, portando l'ironia e una forte prospettiva critica positiva sul bordo del divertimento.

AMeBE