Come saranno le case del futuro? Galleggianti. Non c'è dubbio che il futuro dell'umanità sarà in gran parte in acqua, considerando la Terra sempre più satura e congestionata. Così lo studio di architettura Dada, con sede a Manila, ha presentato il progetto di case galleggianti per le comunità costiere. Pensato inizialmente per il paesaggio filippino, Current for Current è un complesso di strutture galleggianti che contrastano le dure calamità naturali e sopperiscono alla mancanza di infrastrutture elettriche affidabili in queste regioni remote del mondo.

Lo studio di architettura Dada, ispirato dai cambiamenti climatici e dai continui disastri naturali, maree e tempeste in aumento che colpiscono le coste delle Filippine ogni anno, hanno ideato un modo per garantire sicurezza e stabilità, oltre che servizi e benessere, alle comunità costiere di queste zone remote. Il team di architetti, coordinato da Deo Alam, Pierre Michael Monjardin e Andrew Galano, ha pensato a una casa galleggiante, in un sistema connesso di strutture galleggianti, che viene alimentato dal mare stesso. Il progetto si chiama Current for Currents e si presenta come un insieme di unità abitative modulari costruite in mezzo al mare che sfruttano la sua forza in un modo mai fatto prima: ogni singola abitazione è ancorata al fondo del mare attraverso una struttura in plastica modellata che permette di adattare la costruzione in ogni luogo. Il progetto, anche se è stato ideato per la costa filippina, ha infatti un design che lo rende perfetto in ogni zona costiera e costruibile ovunque. "Come casa del futuro, la sostenibilità è la parola chiave di Current for Currents:", spiega Dada, "attraverso un sistema tecnologico incorporato nell'architettura, ogni singola unità è alimentata da energia sia di marea che solare. Current of Currents propone un futuro sostenibile che non solo rispetta l'ambiente e il contesto naturale per cui è stato progettato, ma sopravvive anche grazie all'ambiente".