PerfectCare 800 di Electrolux non è un semplice elettrodomestico che asciuga i capi ma si tratta della prima asciugatrice in grado di stirare il vostro bucato. Non serve più perdere ore per stendere i panni, aspettare che si asciughino per poi stirarli, con la nuova asciugatrice di casa Electrolux, grazie alla tecnologia a vapore, arriva la soluzione perfetta per dire addio al tempo sprecato con il ferro da stiro e in tintoria: basta avviare i Programmi speciali Vapore per eliminare le pieghe o sgradevoli odori dai propri capi preferiti.

Dimenticate le solite asciugatrici, la nuova PerfectCare 800 è dotata di programmi su misura per l’asciugatura di qualsiasi capo. Con ben due Programmi speciali Vapore, la nuova asciugatrice Electrolux distende le fibre dei capi, che diventano anche più morbidi, oltre a non far perdere le forme. Con il programma Vapore Refresh in soli 10 minuti si rinfrescano i tessuti di un vestito di seta o di un abito da uomo, eliminando eventuali tracce di odori e rendendo i capi morbidi e soffici. Il programma speciale Sintetici rimuove invece le pieghe dai tessuti sintetici e gli indumenti saranno pronti per essere appesi o piegati. Il vapore, inoltre, agisce da disinfettante eliminando eventuali germi e batteri residui e, in più, riduce notevolmente le pieghe persino dagli indumenti più grandi o lunghi.

La nuova asciugatrice Electrolux non solo asciuga e stira in maniera ottimale qualsiasi carico, può effettuare un ciclo di asciugatura spendendo meno della metà di un caffè al bar. Come tutte le asciugatrici PerfectCare di Electrolux, di classe energetica da A+ ad A+++, anche PerfectCare 800 permette un risparmio energetico fino al 60% rispetto alla classe A. Inoltre Electrolux ha dotato le nuove asciugatrici della tecnologia SensiCare System che, grazie a innovativi sensori, regola in automatico il ciclo di asciugatura in base alla quantità di carico, evitando inutili sprechi energetici. Electrolux dal 2017 si è infatti impegnata nel rinnovare gli obiettivi per il riciclo, per le energie rinnovabili e per la lotta allo spreco, per ridurre il proprio impatto ambientale entro il 2020