È partito da un sottoscala di Materdei, a Napoli, Giuseppe Pinto per inventare ON, il giradischi compatto che sta incantando mezzo mondo. Si tratta del primo giradischi plug and play, cioè in grado di gestire ogni tipo di sorgente, dall’analogico al digitale, che misura solo 6,5 centimetri di altezza. Basta usare un cavo usb per collegare ON al computer, oppure un ricevitore Bluetooth per sentire la musica del proprio smartphone, tablet o di un un qualsiasi lettore di musica digitale.

ON è l'acronimo di old e new, è una vera chicca per gli amanti della musica e per gli appassionati di design. Il giradischi compatto inventato da Giuseppe Pinto riesce infatti ad unire il meglio dell'evoluzione elettronica anni Ottanta con i materiali innovativi di oggi. Dimenticate dunque i vecchi ed ingombranti giradischi perché ON è perfetto per le esigenze di spazi ridotti tipiche delle case contemporanee. L'innovativo ed elegante giradischi conquista tutti per la combinazione di elementi tradizionali come il legno e le valvole a vista, con materiali innovativi come la fibra di carbonio e il Corian per la base e il piatto. ON riesce a coniugare il meglio del mondo analogico, l’alta definizione del digitale con i valori dell’artigianalità, che ne fanno un oggetto di design unico al mondo.

L'attenzione ai materiali e al design, la cura artigianale e la ricerca tecnologica rendono ON un oggetto senza tempo, che racchiude in sé prestazioni tutte da scoprire. ON è una creazione di alta precisione, qualità e affidabilità.

ON è stato progettato nelle viscere di Napoli, in un vicolo di Materdei. È qui che Giovanni Pinto, in un sottoscala di un palazzo, ha allestito il suo laboratorio. Appassionato di elettronica sin da bambino, Pinto è riuscito a creare un giradischi unico al mondo che sta conquistando tutti gli appassionati di i-tech: dal piccolo laboratorio autodidatta di Napoli, ON è arrivato prima a Monaco, poi all'ultimo piano della Tour Eiffel di Parigi, a Londra e infine a Las Vegas. Presto l'originale giradischi arriverà sul mercato ad un costo che varia dai 3000 ai 5000 euro circa, "per la gioia degli amanti del vinile ma anche dei consumatori di musica digitale".
(Fonti lifegate.it e gpinto.it)