Nel 1976 quando fu inaugurato il Walt Disney World di River Country era il primo parco acquatico della Walt Disney. Fra un mese saranno esattamente quarant'anni da quell'inaugurazione ma nessuna festa sarà organizzata né celebrazione perché da quindici anni quello che era un luogo di divertimenti e spensieratezza oggi vessa in condizioni di totale abbandono. Nel 2001 la Disney chiuse le porte del parco per quella che chiamò una "manutenzione" ma nel 2005 fu annunciato che i cancelli del River Country non sarebbero mai più stati riaperti.

Nessuno conosce la vera ragione per la quale la Disney ha abbandonato questo luogo. Alcuni sostengono fosse per le poche presenze quotidiane, anche se le immagini del passato sembrano testimoniare tutt'altro. Probabilmente invece la causa è da ricercare nella morte di un ragazzo nel 1980 ucciso da un'ameba presente nel lago del parco che colpì il sistema nervoso del bambino. L'ameba è infatti un parassita dell'acqua che attacca anche l'uomo. Sembra infatti che la Disney non sia riuscita a ripristinare l'equilibrio naturale della zona ma anzi abbia causato un inquinamento senza via di ritorno, tanto che oggi chi pesca nelle acque della zona sa che non può mangiare ciò che ha pescato.

Il fotografo Seph Lawless ha immortalato il parco abbandonato di Walt Disney World testimoniando le gravi condizioni in cui la Walt Disney ha lasciato River Country tanto che la famosa azienda del divertimento sembra gli abbia proibito l'accesso in qualsiasi altra struttura Disney per gli anni a venire. Rivedere le immagini di famiglie e bambini che ridono lì dove ora regna solo il silenzio ed il degrado è davvero toccante. Il Parco di River Country a Bay Lake, in Florida, nei pressi di Orlando era famoso per le sue ambientazioni desertiche con rocce e attrazioni rustiche. Oggi la vegetazione ricopre tutto e del divertimento non resta davvero più nessuna traccia.