L'Arc de Triomphe, il London Bridge e la Sydney Opera House sono alcuni dei monumenti più famosi al mondo. Oggi il riusciamo a riconoscere e a sapere la loro collocazione anche se non abbiamo mai visitato Londra, Parigi o Sydney. Questi monumenti, come altri (la Tour Eiffel, il Colosseo) sono punti riferimento all'interno delle città e per i turisti proprio per la loro immagine immediatamente riconoscibile. Ma alcuni di loro sarebbero potuti essere molto differenti dalla forma attuale se fossero stati accettati altri progetti in concorso per la loro costruzione. Sul sito GoCompare è possibile appunto confrontare una serie di illustrazioni che mostrano come alcuni dei monumenti più importanti del mondo sarebbero potuti apparire.

L'Arc de Triomphe di Parigi.

A Parigi, nel punto dove oggi sorge l'Arc de Triomphe, poteva esserci un gigantesco monumento di un elefante. Il progetto era stato proposto nel 1758, molti anni prima della costruzione dell'Arco, l'architetto Charles Ribart. Il piano di Ribart prevedeva la realizzazione di un elefante a tre livelli accessibili tramite una scala a chiocciola e un sistema di drenaggio che avrebbe attraversato lo scheletro dell'animale. Il progetto fu però rifiutato dal governo francese che in seguito acconsentì alla realizzazione dell'Arc de Triomphe per opera di Jean-François Chalgrin. Un monumento ad un elefante simile a quello di Charles Ribart fu invece costruito a Parigi da Napoleone nel 1813 per poi essere demolito nel 1846.

Il London Bridge di Londra.

Una delle fotografie più iconiche di Londra è quella che ha sullo sfondo il London Bridge. Nessuna vacanza a Londra sarebbe completa senza un selfie sotto il ponte più famoso della città. Prima della sua realizzazione secondo la struttura che conosciamo oggi, la City of London Corporation nel 1876 giudicò ben 50 diversi progetti per il nuovo ponte sul Tamigi. Il London Bridge doveva essere un ponte posto più a valle rispetto a quello che oggi conosciamo e non doveva interrompere il copioso traffico fluviale. Uno dei progetti più interessanti è stato quello di FJ Palmer, che prevedeva piattaforme mobili alle due estremità del ponte. Questo, come altri 48 progetti sono stati respinti a favore di quello di Sir Horace Jones, lo stesso architetto che ha progettato la City di Londra.

La Sydney Opera House di Sydney.

Tutti conoscono Sydney con l'iconica immagine della Sydney Opera House, inaugurata nel 1973. Il teatro simile ad una barca a vela è uno dei luoghi più riconoscibile della città australiana. Ma quando nel 1955 fu lanciato il concorso internazionale per la sua progettazione, i disegni presentati dagli architetti furono vari. Uno di questi era di Sir Eugene Goossens, il direttore della Sydney Symphony Orchestra, che aveva progettato una struttura con un'acustica perfetta. Tuttavia fu scelto alla fine il progetto dell'architetto danese Jom Utzon, che ha caratterizzato la città di Sydney con un'immagine iconica famosa oggi in tutto il mondo.