Un vecchio deposito, compreso sotto ad un porticato della città di Albino in Valle Seriana, è stato convertito in una mini casa di design. Il progetto dell'architetto Francesca Perani ha previsto un restauro completo del portico aperto della vecchia struttura ricavando un mini appartamento di 25 metri quadrati dotato di ogni comfort. La casa è ideale per una coppia ed è stata appunto realizzata per una coppia di Albino, di origine italiana e persiana.

La mini-casa realizzata da Francesca Perani è un progetto giocoso, che sdrammatizza il vecchio spazio in disuso. L'architetto italiano usa materiali poveri in modo audace e crea spazi flessibili e vivibili in tutte le stagioni. La mini casa di appena 25 metri quadrati è contiguo ad un giardino privato che amplifica lo spazio interno. La casa è stata concepita per dare un senso di quiete e intimità alla natura circostante, oltre a offire privacy ai residenti rispetto alla zona circostante caratterizzata da una grande densità abitativa.

Il mini appartamento è ricavato in un'estensione di una villa moderna costruita nel 1968 dall'architetto Armen Manoukian e rinnovata da Francesca Perani nel 2008: "Un lodge minimale e multifunzionale situato a livello del suolo, che riassume funzionalità e intraprendenza stilistica dello spazio abitativo; un giardino pensile come spazio esterno extra.", spiega l'architetto, "Con questo nuovo intervento, la forma esterna è stata mantenuta inalterata, dando priorità a grandi aperture e un colore della facciata "terra"; una seconda pelle, una nuova tonalità maestosa e giocosa caratterizza l'intero restauro. Una griglia metallica perforata si piega liberamente di fronte alla facciata sud e definisce un giardino triangolare esclusivo: un riferimento dichiarato apertamente agli antichi archi persiani e alle frangisole qui adottati anche come risposta funzionale alla necessità di privacy".