346 CONDIVISIONI
13 Aprile 2014
11:54

Daniel Libeskind per Fanpage: “Essere architetti significa avere fede nel futuro” (VIDEO)

In occasione del Salone del Mobile 2014, Fanpage ha intervistato l’archistar Daniel Libeskind, presente a Milano con una nuova collezione di arredi.
A cura di Clara Salzano
346 CONDIVISIONI

"L'Italia è la rappresentazione lampante che l'architettura non è semplicemente una tecnologia, ma è un'arte; la tecnologia verrà sempre superata, muterà sempre rapidamente, ma l'arte è eterna", così Daniel Libeskind descrive alle nostre telecamere la sua esperienza in Italia come architetto. In occasione della 53a edizione del Salone Internazionale del Mobile ha infatti intervistato l'architetto statunitense.

Abbiamo incontrato Daniel Libeskind a Milano dove si trovava per presentare i suoi ultimi progetti per la casa e l'ufficio: prodotti di vario formato, che vanno da un intera cucina su misura Scrivania in vetro, a mobili, illuminazione , elementi architettonici , e altro ancora. L'ingrediente comune è che ciascun oggetto è stato fabbricato con grande precisione da parte dei migliori artigiani del mondo.

City Life, Milano by Studio Libeskind
City Life, Milano by Studio Libeskind

"É così gratificante collaborare con lavoratori qualificati la cui esperienza deriva da secoli di disegno, intelligenza e ambizione artistica, ma che sono disposti a sperimentare e fare le cose in modo diverso per aiutare a realizzare le mie idee" , dice Daniel Libeskind . "Io sono sempre soddisfatto quando la progettazione di prodotti significa creare qualcosa di veramente unico e funzionale", aggiunge l'architetto.

Tra i 12 disegni menzoniamo Ice Chandelier, un lampadario soffiato a mano in cristallo e in vetro prodotto da Lasvit ; una libreria geniale e un guardaroba per Poliform; una vasca idromassaggio Jacuzzi; Paragon Lamp, una lampada da terra per Artemide dal profilo slanciato che getta una lama di luce verticale; uno specchio e una scrivania di vetro per Fiam e un sistema di illuminazione da ufficio per la iGuzzini.

"Penso che il benessere e la luce siano intimamente correlati. Come qualcuno che viaggia molto in tutto il mondo, vedo che c'è un bisogno di luce e anche di creare un'atmosfera di luce di sera, per replicare un'atmosfera simile a quella diurna. Penso che il rapporto tra il corpo e la luce sia fondamentale, ancor più fondamentale tra il corpo e il cibo", ha detto Daniel Libeskind. E alle nostre telecamere si racconta.

346 CONDIVISIONI
Rotterdam è la città del futuro per gli architetti: 10 mete da non perdere
Rotterdam è la città del futuro per gli architetti: 10 mete da non perdere
Lady Gaga e le star con problemi di depressione: essere famosi non significa essere invincibili
Lady Gaga e le star con problemi di depressione: essere famosi non significa essere invincibili
Michael Jantzen, il pioniere dell'architettura sostenibile
Michael Jantzen, il pioniere dell'architettura sostenibile
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni