"Un delicato soffitto in cemento – cast in casseforme stampate in 3D – e un muro di cemento curvo creato da un robot da costruzione caratterizzano l'architettura del salotto, la cui estetica ricorda da remoto i set cinematografici dell'artista svizzero HR Giger (il creatore di "Alien"). Dopo aver detto un comando specifico, i bui si aprono come per magia e il bollitore prepara l'acqua per il tè. Quello che sembra un film di fantascienza è la realtà di Dübendorf: oggi DFAB HOUSE, la casa intelligente progettata e costruita digitalmente", così i ricercatori dell'ETH di Zurigo presentano il loro ultimo progetto innovativo. Si tratta di una casa unica al mondo, posta sul tetto del palazzo NEST di Empa ed Eawag a Dübendorf, che non solo è stata progettata digitalmente, con l'aiuto di robot e stampanti 3D, ma è stata costruita in modo digitale.

DFAB HOUSE si sviluppa su tre piani che fuoriescono oltre il tetto di NEST, il palazzo caratterizzato da tre piattaforme orizzontali a Dübendorf, frutto della ricerca e innovazione di Empa ed Eawag, i ricercatori, insieme a partner industriali, dell'ETH di Zurigo che ha avviato da tempo un programma di test di nuove tecnologie di costruzione ed energia in condizioni di vita reale. "L'obiettivo delle tecnologie digitali non è solo quello di rendere la pianificazione e la costruzione più efficienti, ma anche più sostenibili.", spiegano i ricercatori. DFAB HOUSE è progettata digitalmente in modo da poter risparmiare materiale rispetto a costruzioni di cemento convenzionali. "Il potenziale architettonico delle tecnologie di fabbricazione digitale è immenso. Sfortunatamente, queste tecnologie sono ancora poco utilizzate nei cantieri edili. Con DFAB HOUSE, siamo in grado di testare le nuove tecnologie di pari passo con l'industria e quindi accelerare il trasferimento dalla ricerca alla pratica.", afferma Matthias Kohler, professore alll'ETH di architettura e fabbricazione digitale.

La prima casa costruita digitalmente con robot e stampanti 3D sarà abitata inizialmente da Empa ed Eawag, che potranno provare come si vive in una casa intelligente. Un consorzio di aziende guidate da digitalSTROM ha installato ha installato in casa una serie di soluzioni smart come una protezione antifurto intelligente a più livelli, sistemi automatici di abbagliamento e ombreggiamento della casa e elettrodomestici di ultima generazione collegati in rete. La casa risulta anche completamente autosufficiente grazie a moduli fotovoltaici sul tetto che forniscono in media una volta e mezza la quantità di elettricità consumata dall'abitazione stessa; ad un impianto di riciclo dell'acqua calda; e ad un sistema di controllo che evita gli sprechi.