New York ha un nuovo parco pubblico che promette di avere un successo planetario come la quello della High Line. Domino Park ricollega il quartiere Williamsburg di Brooklyn al suo lungofiume per la prima volta in 160 anni. Il progetto, firmato dallo stesso studio di architettura della High Line di New York, James Corner Field Operations, fa parte di una più ampia trasformazione dell'ex sito Domino Sugar Factory, la raffineria di zucchero più grande al mondo, in un ambizioso progetto di sviluppo a uso misto che vede la partecipazione di altri architetti quali SHoP Architects, COOKFOX Architects e PAU.

Ispirato dall'input della community e alla ricca storia del sito, Domino Park nasce dalla trasformazione della ex raffineria di zucchero Domino del 1856, la più grande al mondo, e sfrutta le incredibili viste aperte del sito sullo skyline di Manhattan e sul Williamsburg Bridge. Il progetto prevede la suddivisione del parco in diverse aree ricreative, un parco giochi, una pista per cani, una fontana, prati, posti a sedere per rilassarsi sul lungofiume e un caffè. Domino Park sfrutta una zona che da oltre 160 anni era in disuso e, attraverso un approccio resiliente, funziona come una spugna assorbente e prima linea di difesa del quartiere contro le super tempeste. Il progetto include anche la "Passeggiata dell'Artefatto", con gru a cavalletto originali, trasportatori a coclea e oltre 30 reliquie storiche, resi accessibili al pubblico per la prima volta, che forniscono un'interpretazione profonda e significativa del lungomare industriale di Brooklyn.

Il parco celebra la storia di uno dei siti più emblematici del lungomare industriale di New York. "La raffineria di zucchero Domino era una volta la più grande e produttiva raffineria di zucchero del mondo. Al culmine della produttività, ha prodotto fino al 98% dello zucchero consumato negli Stati Uniti. Chiusa le porte nel 2004, la raffineria di zucchero Domino è stata l'ultima grande operazione industriale attiva sul lungomare un tempo vivace dell'East River di Brooklyn", racconta James Corner Field Operations, "Il parco è un omaggio alla storia di questo sito ed è dedicato alla diversità e alla resilienza delle generazioni di lavoratori Domino, delle loro famiglie e del loro quartiere". Domino Park fornisce un nuovo spazio verde ai cittadini di Brooklin e con l'estensione di River Street, si ricollega il parco alla griglia della città. Da quando ha aperto il parco è diventato un polo di attrazione dove si trovano campi da beach volley, parco giochi, pista per cani, giochi d'acqua e prati. Il progetto sarà poi completato dallo sviluppo complessivo di Two Trees che include la trasformazione della raffineria in uffici e edifici residenziali ad uso misto con 700 unità abitative a prezzi accessibili.