Dubai doppia sé stessa con un nuovo grattacielo più alto del mondo. Supererà di 828 metri il Burj Khalifa, che attualmente detiene il record mondiale, ed il progetto curato dall'archistar Santiago Calatrava promette di essere pronto entro l'inaugurazione di Expo Dubai 2020. La struttura, fulcro dello sviluppo del piano residenziale di Dubai Creek Harbour, sarà "monumento al nostro tempo" secondo Calatrava. Voluta dalla Emaar Properties: "la Dubai Creek Harbour sarà una città sia finanziariamente sostenibile che ecologicamente responsabile costruita per le generazioni future. Offrendo la migliore infrastruttura, è un luogo dove le persone potranno vivere, lavorare e giocare, una comunità in cui le famiglie possono raggiungere le loro aspirazioni per le generazioni a venire".

Santiago Calatrava ha vinto il concorso di progettazione: la sua torre, la più alta del mondo, rende omaggio all'architettura islamica e cerca di mettere insieme il design contemporaneo sostenibile con la ricca cultura e il patrimonio del paese. Ad annunciare il nuovo progetto è stato Sua Altezza lo Sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum. L'investimento prevede un costo di 1 miliardo di dollari ma il costo elevato viene motivato da un progetto avveniristico caratterizzato da balconi rotanti, verde verticale, ispirati ai mitici giardini pensili di Babilonia, e una piattaforma panoramica da cui godere dello skyline di Dubai. Non si conosce ancora l'altezza precisa che avrà il grattacielo ma sarà di sicuro un nuovo record per la città degli Emirati.

Come la Tour Eiffel è stato il simbolo dell'Expo di Parigi del 1889, diventando oggi il monumento evocativo della città, così la torre principale della Dubai Creek Harbour si spera diventi il nuovo elemento distintivo di Dubai. L'obiettivo del futuro progetto è quello di attirare nuovi investitori e acquirenti di residenze per far rimettere in moto l'economia di Dubai. Dubai Creek Harbour, con le sue residenze, gli uffici, i negozi, ristoranti e altro ancora, sorgerà nel cuore antico della città dove sorgeva la città antica, The Creek, prima che si trasferisse a DownTown. Oggi l'area è completamente desolata ma a giugno inizieranno i lavori per la nuova torre che si prevede verrà completata, con il resto della città, nel 2020.: appuntamento ad Expo Dubai.