Credit Saket Sethi–Sunoo
in foto: Credit Saket Sethi–Sunoo

"Analizzando l'antica tradizione indiana ci siamo concentrati su uno dei simboli più antichi e significativi: l'OM. Il simbolo rappresenta la Creazione dell'Universo e il suono dell'OM è associato alla Vibrazione Primordiale dell'Universo stesso e dell'intera Creazione. La mia narrazione architettonica è iniziata intorno alla tipica antica casa indiana, che è stata costruita attorno a un cortile al centro. La mia storia parla della creazione di nuovi momenti infinitamente sublimi e gioiosi all'interno di una nuova vita ideale.", con queste parole l'architetto indiano Saket Sethi presenta il suo progetto per la Sunoo Temple House, un'originale casa alla periferia di Mumbai con un giardino sul tetto e uno spazio di culto privato a forma di uovo accanto progettato per evocare una galassia. Il progetto è stato realizzato su richiesta della proprietaria che ha fatto una sorpresa al marito.

La Sunoo Temple House è un modello di alloggio indipendente sostenibile per il futuro. La casa ha il più grande tetto verde residenziale dell'India. L’edificio si trova nella periferia di Mumbai, circondato da risaie e con un giardino come tetto che diventa parte integrante del paesaggio circostante e può essere usato sia per rilassarsi che come orto, permettendo di abbassare la temperatura interna fino a 5 gradi. La particolare struttura della casa ha richiesto circa un anno per essere costruita, mentre ci sono voluti circa due anni per completare il giardino. Il tetto in alluminio riciclabile consente di trasformare la CO2 in O2, generando un microclima salubre intorno all'edificio. Sul tetto è possibile svolgere tutti i tipi di attività verdi, compresa la micro-agricoltura, e dispone di un sistema centrale che consente una manutenzione regolare. Questa casa progettata da Saket Sethi riunisce i progressi compiuti nell'agricoltura indipendente, nella tecnologia solare e idrica con responsabilità climatica verde.

La vera caratteristica peculiare della casa è la presenza di una struttura a forma di uovo nel cortile che rappresenta un luogo religioso per gli abitanti della casa. L'architetto indiano ha spiegato le scelte fatte e svela il mistero dell'uovo: "Ossessionato dalle forme primordiali, ho reinterpretato la divinità sessualizzata per il tempio. Il lingam è il simbolo di tale energia divina – una rappresentazione fallica del signore shiva (signore della distruzione). Si fa strada nel dialogo triadico di Brahma, Kuber e Yama nel Vastu Schematic of life e come tale vediamo nuove energie infuse in tutti e tre gli elementi: il tempio, il più superiore al quale si inchina la casa e il cortile aperto senza confine , cementando i due in modo fluido. Sapevo che la proprietaria voleva ringraziare l'universo per la sua vita, così le ho comprato una "galassia" di umiltà e ispirazione. La creazione di una facciata a mosaico di Bisazza rappresenta metaforicamente le galassie in rotazione attorno al sole, vissute da un Parikrama o passeggiata sacra fuori e intorno al tempio mentre la galassia vive dalla notte al giorno e il nostro sforzo simultaneo di essere significativo".