La Partecipazione Italiana all'Expo 2015 è riassunta nella definizione di Padiglione Italia che si sviluppa secondo due diverse modalità, alle quali corrispondono due organizzazioni spaziali differenti: gli spazi del Cardo e Palazzo Italia. Il progetto del Padiglione Italia è il risultato di un concorso internazionale di progettazione che ha visto proclamare Nemesi & Partners S.r.l., Proger S.p.A., e BMS Progetti S.r.l. di Milano vincitore con un progetto che interpreta il Tema di Expo Milano 2015 “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, declinandolo secondo i caratteri peculiari dell’Identità Italiana.

Vista aerea
in foto: Vista aerea

Il concept generale del Palazzo Italia, un elemento di straordinaria rilevanza nel Sito Espositivo, perché destinato a luogo istituzionale e di rappresentanza dello Stato e del Governo Italiano, è quello di una architettura-paesaggio, in cui l’edificio assume, attraverso la propria pelle ed articolazione volumetrica, le sembianze di un albero-foresta in cui il visitatore potrà immergersi e vivere una esperienza emozionale. I manufatti del Cardo invece sono concepiti come edifici temporanei realizzati con tecnologie prefabbricate.

Immagini concept
in foto: Immagini concept

Palazzo Italia, cuore simbolico dell’intero progetto, rappresenta una “Architettura Naturale”, in cui poetica progettuale e sperimentalità tecnologica si fondono, dando vita ad un organismo spettacolare ed energeticamente sostenibile: una ‘foresta urbana' in cui il visitatore potrà immergersi e scoprire una suggestiva architettura-paesaggio. La struttura è organizzata secondo quattro blocchi funzionali collegati tra loro, vere e proprie quinte urbane che definiscono il grande vuoto della piazza centrale, luogo di accoglienza e simbolo di comunità: i blocchi funzionali ospitano rispettivamente la zona Espositiva (Blocco Ovest), la zona Eventi (Blocco sud), la zona Uffici (Blocco Nord) e la zona Istituzionale (Blocco Est).

Palazzo Italia visto dal Cardo
in foto: Palazzo Italia visto dal Cardo

L’articolazione volumetrica del progetto richiama l’immagine del Borgo Italiano, formato da volumi edilizi giustapposti alternati a piccole piazze, terrazze con caffè e percorsi porticati. Le volumetrie costruiscono un’architettura viva ed interattiva, in grado di scambiare energia con l’esterno. Il concept dell’albero-foresta infatti prende forma anche e soprattutto grazie alla messa a punto di accorgimenti tecnologici, impiantistici ed energetici che rendono l’edificio un organismo osmotico con l’ambiente.

Il Padiglione sarà dunque la vetrina dell'Italia, un vero flagship store delle eccellenze italiane. Ma anche uno spazio dove il visitatore potrà rivivere l’emozione e la magia di un viaggio dentro il Bel Paese, con il suo stile di vita riconoscibile in tutto il mondo. Giuliano Pisapia, sindaco di Milano e commissario straordinario di Expo, sostiene che "il Padiglione Italia non sarà solo ambasciatore del Made in Italy, ma anche della capacità degli italiani di risorgere da ogni crisi con impegno, cultura e passione".

Pianta piano terra
in foto: Pianta piano terra