Tra il 20 ottobre 2020 e il 21 aprile 2021 a Dubai si svolgerà l'Expo. L'esposizione universale 2020, considerata il maggiore hub per la creatività, l'innovazione e cultura del mondo, occuperà un'intera area di 4,38 chilometri, nel quadrante sudovest di Dubai e vicino al nuovo Aeroporto Internazionale Āl Maktūm. L'architetto britannico Asif Khan ha firmato i portali d'ingresso all'Expo Dubai 2020 come delle porte surreali verso nuovi mondi. L'opera è realizzata in fibra di carbonio e resina di alta qualità resi in fili così fini da poter circumnavigare il mondo 5.000 volte se sistemate da cima a fondo.

Il tema di Expo Dubai 2020 è "Connecting Minds, Creating the Future" (collegare le menti, creare il futuro). Proprio sulla base di tale tema l'opera di Asif Khan per l'ingresso dell'esposizione è un luogo di transizione. I portali dell'architetto britannico sono un'esperienza a sé stante. Sarà il primo spettacolo ad accogliere milioni di visitatori da tutto il mondo. Khan descrive l'opera come il suo "miglior lavoro": I tre portali d'ingresso di Expo 2020, uno posizionato all'ingresso di ciascuno dei tre distretti tematici (Opportunità, Mobilità e Sostenibilità), sono le porte d'accesso al più grande spettacolo del mondo, il più grande evento mai tenuto nel mondo arabo", spiega l'architetto britannico, "Presenta tre ingressi severi, sbalorditivi, che alterano la percezione del sito dell'evento espositivo che creerà esperienze diverse a seconda dell'ora del giorno, giocando inventivamente con la luce e una miriade di ombre".

I portali d'ingresso di Expo Dubai 2020 sono ispirati all'architettura araba mashrabiya. Simili al logo di Expo 2020, i portali sono caratterizzati da una struttura che è allo stesso tempo bidimensionale e una configurazione geometrica tridimensionale. L'ingresso progettato da Asif Khan sarà integrato da una piazza con flora ed elementi a tema per accogliere ulteriormente i 25 milioni di visitatori previsti: "Il gioco trascendentale di luce, ombra e spazio ha lo scopo di comunicare ai visitatori che il mondo all'interno delle porte dell'Expo è completamente diverso da quello esterno.", racconta Khan, "Il tempo prima di entrare nel sito è il tuo passato, mentre quello di Expo 2020 è il tuo – e, in senso lato, il futuro di tutti – pieno di anticipazioni entusiasmanti".