Photo credit http://www.tuscanypeople.com
in foto: Photo credit http://www.tuscanypeople.com

In Italia si contano più di 5000 paesi fantasma, un numero elevatissimo di piccoli borghi, cittadine, località, un tempo abitati, sparsi più o meno omogeneamente su tutta il territorio nazionale, che, nel corso degli ultimi decenni, ha subito il fenomeno dell'abbandono, in seguito a calamità naturali o migrazioni; pezzi d'Italia la cui sparizione comporta non solo la perdita di storie ma anche di potenziali ricchezze. Tanti e piccoli villaggi fantasmi caratterizzano il nostro territorio, uno di questi si chiama Fabbriche di Careggine, un paesino di origine medievale della Provincia di Lucca che contava poco più di 146 abitanti e 31 case. Nel 1947, sotto il regime fascista, la società Selt-Valdarno, oggi l'Enel, decise di costruire una diga che sbarrasse il Torrente Edron per costruire qui un bacino idroelettrico. Alta 92 metri e in grado di contenere 32.000.000 m3 di acqua, la diga andò a creare artificialmente il Lago di Vagli che, gradualmente, sommerse alcuni borghi tra i quali Fabbriche di Careggine, all'epoca un villaggio di fabbri ferrai bresciani, costretti a trasferirsi nelle nuove abitazioni di Vagli Sotto.

Ogni quasi dieci anni il paese sommerso di Fabbriche di Careggine riemerge, attirando turisti ed amanti dei luoghi sperduti e ricchi di mistero. L'atmosfera che aleggia attorno al villaggio fantasma di Fabbriche di Careggine è ancestrale e al contempo affascinante. Quando le acque del Lago di Vagli si abbassano ritornano alla luce le vecchie case di pietra del paese con il campanile della Chiesa di S. Teodoro ancora ben visibile, in un silenzio quasi assordante. L'ultima volta che è stato possibile assistere a questo spettacolo commovente è stato il 1994, in occasione appunto dei lavori di svuotamento del lago artificiale, come era accaduto anche nel 1958, nel 1974 e nel 1983. Il successivo svuotamento era previsto per il 2004 ma a causa di problemi di siccità nelle estati del 2002 e 2003 e dell miglioramento della tecnologia per la manutenzione del bacino, l'Enel annullò la data. Nel 2016, dopo più di venti anni, Fabbriche di Careggine vedrà di nuovo la luce. Ad annunciarlo è stato Mario Puglia, Sindaco di Vagli Sotto sulla sua pagina Facebook: "Il prossimo anno finalmente verrà svuotato il Lago di Vagli Sotto… Finalmente, il paesino sommerso sarà riportato alla luce di milioni di visitatori", anche se si attende ancora la conferma dell'Enel.

Fabbriche di Careggine
in foto: Fabbriche di Careggine