661 CONDIVISIONI
14 Luglio 2020
14:02

Forest School, la scuola a forma di infinito che combatte lo smog

Lo studio di architettura Nudes ha progettato una scuola con una pista ciclabile sul tetto e rivestita di vegetazione per ridurre l’inquinamento atmosferico di Pune, in India. Pune ha subito uno sviluppo urbano veloce e sproporzionato per necessita di progetti sostenibili che aiutino a migliorare l’ambiente e Forest School vuole essere non solo un luogo sano per l’apprendimento ma per l’intera città.
A cura di Clara Salzano
661 CONDIVISIONI

Lo studio di architettura Nudes ha vinto il concorso per la progettazione di una nuova struttura educativa per la città di Pune nell'India occidentale. Pune si trova a circa tre ore da Mumbai ed è l'ottava città più popolosa dell'India, assistendo a una drammatica crescita urbana nell'ultimo decennio. Da anni la città soffre di un peggioramento della qualità dell'aria con un livello dell'inquinamento atmosferico quattro volte superiore allo standard di sicurezza stabilito dall'Organizzazione mondiale della sanità. Così Nudes ha progettato una scuola sormontata da una pista ciclabile a forma di infinito e coperta di piante per combattere lo smog.

Forest School a Pune è una scuola sostenibile completamente rivestita da piante che ripuliscono l'aria. Il progetto è costituito da una coppia di torri cilindriche a sei piani avvolte nel verde, con una pista ciclabile ad anello sul tetto che le unisce. La pista ciclabile sul tetto dell'edificio è realizzata con due ponti tra le torri, uno sopra l'altro, in modo da creare il simbolo dell'infinito. Tutto il perimetro della scuola sarà inoltre ricoperto di piante che creano una foresta verticale sulla facciata. La pista ciclabile sul tetto è pensata per una città bisognosa di percorsi pedonali e ciclabili.

Le piante inserite scelte per la Forest School hanno particolari doti anti inquinanti: possono rimuovere le sostanze inquinanti dall'aria mediante un processo chiamato phytoremediation , in base al quale alcune piante sono in grado di assorbire sostanze chimiche tossiche attraverso le loro foglie o radici, oltre a convertire l'anidride carbonica in ossigeno attraverso la fotosintesi. "La "pelle viva verde" serve a purificare l'aria dagli inquinanti e le relative sfide che incidono sulla salute degli abitanti di una città", spiega Nuru Karim, fondatore dello studio Nudes. Le piante saranno curate da orticoltori professionisti che potranno accedere alla facciata verde attraverso una pista di servizio, in modo da non mettere a rischio gli studenti. "Tuttavia alcune di queste piante sarebbero state coltivate e coltivate dagli studenti a livello del suolo e del cortile prima di essere collocate da giardinieri addestrati ai livelli più alti.", aggiunge Karim. Le piante serviranno anche per ombreggiare l'edificio in modo da mantenere naturalmente la temperatura interna dell'edificio più fresca e fungere da cuscinetto per il rumore.

661 CONDIVISIONI
Tree-House School, la scuola sull'albero per un mondo post-covid
Tree-House School, la scuola sull'albero per un mondo post-covid
Royal, la casa immersa nelle foreste foreste del Pacifico
Royal, la casa immersa nelle foreste foreste del Pacifico
Royal, la casa a sbalzo nelle foreste dell'Oregon
Royal, la casa a sbalzo nelle foreste dell'Oregon
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni