Matteo Ferroni, Foroba Yelen
in foto: Matteo Ferroni, Foroba Yelen

In Africa sono ancora molti i luoghi dove non arriva l'energia elettrica e di notte molte attività sono impedite dall'assenza di luce. Nel 2010 l'architetto italiano Matteo Ferroni si reca nel Mali rurale per svolgere uno studio antropologico in cui emerge appunto l'importanza della notte per le comunità africane. Nasce così l'idea di un dispositivo che possa illuminare i luoghi principali dei villaggi rurali senza necessità di elettricità: Foroba Yelen è il primo prototipo di lampione mobile ad energia solare. Di giorno si carica con la luce del sole e di notte permette alle donne di recarsi al pozzo, agli uomini di svolgere attività serali o rende semplicemente più vivibile un luogo di ritrovo.

Una vecchia bicicletta, tubi idraulici, alluminio riciclato e una lampada a LED, è tutto ciò che serve per realizzare Foroba Yelen. Sono gli stessi abitanti dei villaggi a poter costruire il lampione mobile ideato da Matteo Ferroni e accolto col nome di "luce collettiva". Nel Mali sono già più di 15 i villaggi che hanno adottato Foroba Yelen e anche tre centri di assistenza sanitaria. La "luce collettiva" ha cambiato il modo di vivere dei villaggi del Mali rurale dove sono soprattutto le donne a svolgere ogni tipo di lavoro. Così il lampione mobile consente alle donne di svolgere lavoro extra di notte, in modo da portare più soldi per la famiglia e migliorare l'istruzione e la salute dei figli.

L'esperienza ha fornito lavoro e ha generato una nuova vita dopo il tramonto quando tutti sono di nuovo al villaggio … questo albero di luce impressionante ha migliorato la vita di una comunità abituata al barlume di torce e alla luce della luna.
Matteo Ferroni

Foroba Yelen è un modello replicabile ovunque. Agli abitanti del Mali rurale è stato fornito un kit e tutte le istruzioni necessarie per realizzare il lampione mobile ad energia solare, per tutto il resto ci pensa il Sole. La "luce collettiva" è un'alternativa alla luce pubblica e può essere diffusa in tutto il mondo. I lampioni mobili sono diventati molto più di una semplice fonte di luce per le comunità del Mali rurale: essi stanno migliorando la loro vita economica, sociale ed educativa, creando uno spazio d'incontro per la gente del villaggio, anche dopo il calar della notte. Foroba Yelen è stato infatti premiato nel 2012 con la menzione speciale del City to City Barcelona FAD Award e ha vinto il Lamp Award for urban and landscape lighting.

Foroba Yelen, Matteo Ferroni
in foto: Foroba Yelen, Matteo Ferroni