Negli elenchi dei luoghi abbandonati più suggestivi, spaventosi, incredibili o spettrali al mondo difficilmente non sentirete nominare le Fortezze Marittime Maunsell. Situate al largo dell'estuario del Tamigi, questi forti erano delle piattaforme militari di difesa della Gran Bretagna dagli attacchi dei tedeschi durante la Seconda Guerra Mondiale. Nei primi mesi di guerra, infatti, oltre un centinaio di navi inglesi erano state affondate, urgeva intervenire così fu chiesto a Guy Maunsell, un ingegnere civile, di realizzare delle basi offshore che fungessero da difesa. 22 aerei tedeschi, 30 razzi ed una motosilurante furono distrutti dalle Fortezze Marittime Maunsell che negli anni '50 furono poi abbandonate per inutilizzo. Oggi quei forti sono in totale desolazione e degrado ma dei piani per la loro trasformazione in un resort di lusso verranno presto attuati.

Da fortezze fantasma a resort di lusso, sembra che questo sarà il destino delle piattaforme Maunsell secondo Operation Redsand Forts, il progetto di recupero delle famose fortezze militari voluto da David Marriot Cooper: “Alla fine del 2014 mi fu chiesto di cercare di contribuire a fare qualcosa per recuperare l'uso dei Forti, invece di lasciare che lentamente si deteriorassero e senza dubbio alla fine ricadessero in mare. Mi è venuta l'idea di un hotel / complesso per il tempo libero/ museo”. Il progetto è stato affidato ad Aros Architects che prevedono la realizzazione di splendidi appartamenti di lusso, un centro benessere e un centro ricreativo all'interno di quelle strutture arrugginite oggi in completo abbandono. Un resort di lusso con spa e servizi da milioni di sterline a notte sorgerà il luogo delle Fortezze Marittime Maunsell alle quali sarà possibile accedere solo tramite catamarano o elicottero, come su un'isola di lusso privata. Bar, ristoranti, sale per banchetti e terrazze panoramiche saranno inclusi nel resort per una cifra complessiva di riconversione delle vecchie fortezze che si aggira intorno ai 35 o 40 milioni di dollari ma con un ritorno annuo previsto di circa 15 milioni di dollari. Insomma ecco il futuro paradiso per ricchi a largo del Tamigi.