Un nuovo memoriale è stato inaugurato a Gerusalemme per ricordare tutte le vittime militari israeliane di guerra e i combattenti ebrei che hanno perso la vita dalle conseguenze dell'olocausto fino ad oggi. Progettato dallo studio Kimmel Eshkolot Architects, il Mount Herzl Memorial Hall è stato scavato nella montagna di Gerusalemme per formare uno spazio intimo che consenta un'esperienza personale e collettiva di commemorazione in ricordo di tutte i militari, sia donne che uomini, che hanno perso la vita durante il loro servizio militare o di sicurezza a Gerusalemme dal 1860.

Il National Memorial Hall sorge vicino al cimitero di Mount Herzl, a Gerusalemme. Kimmel Eshkolot Architects è stato selezionato dal Ministero della Difesa israeliano per progettare il memoriale nel 2006. La caratteristica principale del monumento è un "Wall of Names" lungo 250 metri che avvolge struttura centrale in mattoni scultorei e riporta tutti i nomi delle vittime. Seguendo una spirale che sale sul memoriale, il muro è composto da 23.000 mattoni, ognuno inciso individualmente con il nome di un soldato caduto, la data in cui il soldato è stato ucciso e una candela da accendere nell'anniversario della morte del soldato. I mattoni continuano su una parete ondulata, a forma di imbuto, che apre invece la sala principale, scavata nella montagna, verso il cielo, inondando il vuoto di luce naturale.

La realizzazione del Memoriale è costata 40 milioni di dollari. Il completamento del National Memorial Hall è stato ritardato a causa di alcune proteste da parte delle famiglie di vittime del terrorismo che hanno denunciato la mancanza dei nomi dei loro familiari. Ma il nuovo monumento sorge vicino al principale memoriale delle vittime del terrorismo israeliano. Si prevede inoltre di accendere una fiamma eterna al centro della sala principale del Mount Herzl Memorial Hall in memoria degli ignoti soldati di Israele.