Non succede tutti i giorni di incontrare un gigantesco omino Lego sulla Terra ma è ciò che è capitato ad un gruppo di surfisti sulla spiaggia di Yuigahama a Kamakura, in Giappone all'inizio della scorsa settimana, il 5 dicembre 2014. All'alba, una misteriosa figura gialla, alta due metri e mezzo, è comparsa sulla sabbia. Indosso aveva dei pantaloni blu e una t-shirt rossa con la scritta "No real than you are". Chi ha scorto l'enorme statua Lego non ha potuto evitare di farsi alcune domande: "Come è arrivata sulla spiaggia?", "Perché è qui?". Naturalmente i visitatori non hanno potuto non legare la comparsa alla presenza degli UFO.

Simili ‘avvistamenti' erano stati già riscontrati a largo dei Paesi Bassi nel 20007, sulla spiaggia di Brighton in Inghilterra nel 2008, e ancora in Florida nel 2011. Seppur il mistero aleggi ancora su tali apparizione, si conosce l'identità del gigantesco omino Lego: "Vorrei presentarmi: mi chiamo Ego Leonard e secondo te io vengo dal mondo virtuale. Un mondo che per me rappresenta la felicità, la solidarietà, tutto verde e in fiore, senza regole o limitazioni. Ultimamente però, il mio mondo è stato invaso da cacciatori di fortuna e ubriachi di potere. E molti nuovi incontri nel mondo virtuale hanno scatenato la mia curiosità per il vostro modo di vivere. Sono qui per scoprire e conoscere il vostro mondo e i pensieri. Mostrami tutte le cose belle che sono lì da ammirare ed fammi vivere un'esperienza nel tuo mondo. Diventiamo amici, condividi la tua storia con me, portami con te in un viaggio attraverso bei prati, parole, suoni e gesti".

Ma l'enorme omino Lego non è che l'alter edo di Ego Leonard, una pittrice e scultrice olandese, artista guerrigliero, che ama impressionare il pubblico con le sue opere fuori misura che mostrano enormi figure Lego in fibra di vetro. A volte il nome lo si trova anche indicato accanto alla scultura, apparentemente fatta da Leonard, ma non manca mai la scritta ‘No real than you are'. "Nel ‘real world' ci sono molte regole. La società richiede di porsi all'interno di un particolare gruppo o non si è nessuno. C'è bisogno di identità e sviluppo. Una visita al mondo virtuale vi dà l'occasione per assumere una diversa identità. Si può essere qualcun altro. E niente è più reale di ciò che si è".

Ego Leonard a Brighton, Regno Unito
in foto: Ego Leonard a Brighton, Regno Unito