Non c'è dubbio che il film d'animazione "Il mio vicino Totoro" sia tra le produzioni più di successo nella storia cinematografica giapponese. Il famoso cartone ideato da Hayao Miyazaki dello studio Ghibli nel 1988 è ormai un cult in tutto il mondo tanto da ispirare un parco a tema dedicato al simpatico Totoro che sorgerà in Giappone su un sito di 200 ettari nella prefettura di Aichi del Giappone, precedentemente sede del World Expo 2005. Il parco è progettato per essere tre volte più grande di Disneyland Paris.

Il parco a tema Totoro è la risposta giapponese a Walt Disney. Studio Ghibli, il gigante di animazione dietro il film "Il mio vicino Totoro" del 1988 ha dichiarato di occuparsi della progettazione del parco a tema. Il sito dove sorgerà il parco aveva già attirato oltre un milione di visitatori l'anno scorso con “Satsuki e Mei di House”, una riproduzione impressionante della casa tradizionale giapponese di Totoro nei minii dettagli. Il Ghibli Park riprodurrà in scena situazioni e paesaggi ritratti nel film di successo. Per la costruzione lo Studio Ghibli assicura che si presterà molta attenzione a non abbattere gli alberi presenti sul sito.

"Il mio vicino Totoro", diretto dall'animatore giapponese premio Oscar Hayao Miyazaki, è la storia di due giovani sorelle che si trasferiscono in una vecchia casa vicino ad un ospedale dove la madre si sta riprendendo da una grave malattia. Le due sorelle iniziano a fare amicizia con creature e spiriti giocosi della foresta, tra cui il gigante Totoro. Totaro è un personaggio popolare in tutto il mondo tanto da fare un cameo in Toy Story 3. Il parco proposto non è l'unica attrazione in Giappone dello Studio Ghibli: attualmente la società d'animazione ha un museo a Tokyo e molti fan visitano anche lo stabilimento balneare Dogo Onsen a Kyoto, che ha ispirato il ‘bagno di spiriti' in Spirited Away. Hayao Miyazaki, regista 76enne reduce dall'Oscar per il miglior film d'animazione nel 2003 con "La città incantata", sta girando il suo ultimo film lungometraggio prima di raggiungere la meritata pensione.