Come in tutti i paesi del mondo le cassette della posta in Giappone sono piuttosto squadrate, generalmente rosse, con due aperture, una per la posta ordinaria e l'altra per le spedizioni speciali ed internazionali. Ma dal 1952 le cassette postali giapponesi hanno anche qualcosa che le differenzia da tutte le altre cassette della posta degli altri paesi: in sempre più città del paese del Sol Levante si è infatti diffusa la tendenza a decorare questi comuni elementi funzionali in vere e proprie opere d'arte.

Si chiamano Post Kinen le artistiche cassette postali del Giappone. Tutto ha avuto inizio nel 1952 quando, per celebrare il 75° anniversario del Servizio di Posta Giapponese, una cassetta della posta di pietra è stata decorata con in cima una statua di un Cherubino intento a suonare una tromba fuori un ufficio postale di Tokyo. In seguito, in occasione della promulgazione del trattato di pace che pose fine alla Seconda Guerra Mondiale, ad Hiroshima, venne installata una cassetta della posta monumentale. Una terza è stata invece creata per la costruzione della nuova stazione ferroviaria di Kanazawa nel 1954; la quarta per commemorare il 100° anniversario di adesione all'Unione postale universale nel 1977. Le prime quattro buche da lettere monumentali erano degli elementi inseriti nel contesto come strutture permanenti o di lunga durata in occasione di importanti eventi. Generalmente mantenevano la struttura rettangolare delle tipiche cassette postali sormontate però da una statua celebrativa. Ma nel 1985 per la prima volta viene presentata una cassetta della posta a forma di capsula del tempo presso il Museo di Scienza Tsukuba Banpaku nella Prefettura di Ibaraki. A differenza delle precedenti buche da lettera monumentali, la capsula postale aveva durata solo di 6 mesi ed era stata concepita per incitare i passanti ad instaurare un rapporto ironico e divertente col servizio postale come se le lettere e il materiale raccolto potesse fare un viaggio nel tempo e non solo nello spazio. Da allora in tutta la nazione hanno iniziato ad essere installate cassette postali originali e creative che attirano l'attenzione di turisti e giapponesi.

È una tendenza diffusa ormai in Giappone quella di decorare in modo originale le cassette postali: alcune continuano l'idea di celebrare un anniversario importante; altre vengono introdotte per segnare un luogo caratteristico come il km 0 della linea Yamanote nella stazione di Tokyo; altre ancora per far riflette; alcune per emozionare oppure per trasmettere il carattere o la storia di un luogo. In alcune città del Giappone ci sono cassette postali che sono diventate delle mini attrazioni turistiche o addirittura opere d'arte a cielo aperto. L'ultima cassetta postale creativa di cui si ha notizia è stata installata ad aprile 2016 nella città di Tobe ed è caratterizzata da un elemento monumentale sormontato da elementi tipici della ceramica di Tobe. Lo scopo di quest'iniziativa che ha interessato quattro cassette postali della città è stato quello promuovere la città di Tobe e la sua ceramica. Le originali cassette postali giapponesi sono ormai elementi unici nel paesaggio e nelle città del paese tanto che in molti ne vanno alla ricerca durante i propri viaggi: siete pronti per la pittoresca caccia al tesoro?