Lo studio di architettura Archiworkshop ha progettato un resort per fare glamping tra gli alberi di una foresta a Gyunghi-do Gapyung-gun, in Corea del Sud. Glamtree Resort è l'ultima frontiera del glamping nella natura: immerso tra i castagni e le scenografie mozzafiato del monte Seori, offre agli ospiti la possibilità di rilassarsi e rigenerarsi a contatto con gli alberi.

Glamtree Resort comprende due zone: da un lato un centro di accoglienza angolare e svettante, dall'altro una serie di padiglioni glamping ispirati alle foglie e ai sassi delle foreste di Gyunghi-do Gapyung-gun, in Corea del Sud. "Il sito è ricco di boschi di castagni e si compone di contorni naturali. Quando entri nel terreno, ti senti come se stessi camminando nella foresta profonda e puoi vedere lo splendido scenario del monte Seori insieme alla valle. Il monte Seori è diverso di volta in volta e di stagione in stagione.", raccontano gli architetti di Archiworkshop che hanno progettato Glamtree Resort, "Ci aspettavamo il viaggio delle persone per vivere la foresta, restare qui e riprenderla". Il resort è composto da una serie di edifici dove vengono accolti gli ospiti e che fungono da spazi collettivi come la piscina, il ristorante e la palestra, svettanti nel paesaggio come le vette del Monte Seori. Gli alloggi sono invece costituiti da particolari tende circolare per fare glamping nella natura.

‘Glam Tree' ha il significato di un padiglione glamping e di un albero. La natura unica del luogo e gli originali padiglioni glamping in plastica progettati dagli architetti, ispirati alle foglie e ai ciottoli nei boschi, si combinano in questo luogo per creare un albero glamour unito. "Quando arrivi a Glam Tree, incontrerai prima un parcheggio con muri in pietra accatastato lungo il sentiero nel bosco. Il muro di pietra fatto di pietre della terra iniziò con la cura e la cura degli elementi naturali che esistevano lì. Mentre percorri il sentiero nel bosco con fiori selvatici e fiori selvatici lungo il muro di pietra, incontrerai un centro di accoglienza che saluta i visitatori.", continuano gli architetti, "Il Welcome Center rispetta la forma della punta della terra e ha un ampio volume triangolare. La struttura ha una struttura con tetto galleggiante, ed è progettata per essere vissuta come parte della natura come se fosse ancora nella foresta quando si entra nello spazio". Il centro di accoglienza comprende la reception, ristorante e caffetteria, una spa interna e piscina esterna riscaldata a sfioro, la sala seminari e il cinema, più in basso, con uno spazio per conferenze che si affaccia sulla valle. "I padiglioni glamping si adagiano naturalmente come venature di foglie su piccoli sentieri forestali lungo il dolce pendio del bosco". Le tende hanno una forma circolare e sufficicente spazio esterno con vista mozzafiato sulla natura per vivere il proprio tempo nei boschi.