Ogni giorno, solo negli Stati Uniti, vengono gettati 142.000 computer e altri rifiuti di apparecchiature elettroniche ed elettriche. La maggior parte finisce nelle discariche di tutto il mondo, solo il 15% dei rifiuti elettrici viene riciclato. Il fotografo Benjamin Von Wong, invece, recupera tutti quei materiali elettrici in disuso, rotti o obsoleti destinati a diventare rifiuti speciali per creare delle spettacolari immagini e scenari fantascientifici allo scopo di aere un impatto sociale positivo sulle persone.

La serie fotografica di Von Wong si basa su gli e-waste, termine inglese che indica proprio i rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche o semplicemente rifiuti elettronici. Il fotografo canadese riesce a creare dagli scarti di elettronica delle suggestive immagine di paesaggi apocalittici che hanno lo scopo di creare consapevolezza sui problemi dei cambiamenti climatici e l'inquinamento degli oceani. Dai telefoni cellulari agli schermi dei computer alle periferiche, ogni tipo di rifiuto elettronico viene usato per realizzare ambientazioni fantascientifiche che smuovono le coscienze sociali.

Il progetto di Benjamin Von Wong è nato durante lo SXSW nel 2017, quando il fotografo canadese seppe che Dell possedeva il "più grande programma di riciclaggio globale del mondo" e cercava creativi interessati a conoscere il settore degli e-waste e ad elaborare nuove strategie. Molti dei rifiuti elettrici del passato possono in realtà essere sfruttati per realizzazioni future come fa Dell con il suo "processo di riciclo a circuito chiuso" in cui le plastiche recuperate dai dispositivi scartati vengono riutilizzati in nuove parti. Da qui nasce l'idea di sfruttare gli e-waste per creare nuovi progetti.

Von Wong ha iniziato con un carico di circa 1860 chilogrammi di e-waste, che corrisponde alla quantità approssimativa di rifiuti che un americano medio utilizza nel corso della sua vita. Dell ha fornito al fotografo e al suo equipaggio di oltre 50 volontari i contatti di uno dei suoi partner di riciclaggio a Dallas. Von Wong e la sua squadra ci hanno impiegato più di dieci giorni per realizzare delle scenografie in body paint come "futuristici cyborg" e sembra di trovarsi in un paesaggio post-apocalittico. Il lavoro ha richiesto invece solo quattro ore per essere smantellato ma il fotografo canadese ha affermato: "Speriamo che le immagini vivano per sempre e consentano a ogni individuo di…ripensare ai rifiuti elettronici, riciclarli responsabilmente".