31 Dicembre 2020
16:38

Gli uffici più assurdi da cui abbiamo lavorato nel 2020

Il 2020 è stato l’anno all’insegna dello smart working e chi ha avuto la possibilità di poter lavorare lontano dalla sede abituale, dalla città o da casa, ha potuto godere di scrivanie da sogno e scenari mozzafiato. Ecco perché, nonostante i giorni di Festa e i festeggiamenti per la fine dell’anno, abbiamo scelto di ripercorrere il 2020 attraverso i luoghi più strani da cui abbiamo lavorato augurandoci di diffondere questa stravaganza, che è piaciuta a tanti anche nel 2021.
A cura di Clara Salzano
山王のオフィス – Ufficio di Sanno
山王のオフィス – Ufficio di Sanno

C'è chi scrive dalla Maldive, chi è impegnato in una video-call dalle montagne innevate e chi è rimasto nella confortevole tranquillità di casa. Il 2020 è stato sicuramente un anno particolare, alcuni dicono "diverso", ma sicuramente unico, soprattutto per chi ha conservato il proprio lavoro. Smart working è stata la parola d'ordine per questo 2020. Chi ha avuto la possibilità di poter lavorare lontano dalla sede abituale, dalla città o da casa, ha potuto godere di scrivanie da sogno e scenari mozzafiato. Ecco perché, nonostante i giorni di Festa e i festeggiamenti per la fine dell'anno, abbiamo scelto di ripercorrere il 2020 attraverso i luoghi più strani da cui abbiamo lavorato augurandoci di diffondere questa stravaganza, che è piaciuta a tanti anche nel 2021.

Dimenticate i soliti edifici per uffici, in Giappone arriva il primo ufficio con il tetto curvo abitabile. "山王のオフィス" in giapponese significa "Ufficio di Sanno" ed è il nome del nuovo progetto dello Studio Velocity che in un quartiere residenziale della città di Okazaki, nella prefettura di Aichi, ha progettato un ufficio unico al mondo. Non si tratta dell'edificio più alto del mondo né quello dalla forma più bizzarra, ma un ufficio su due piani con un tetto curvo abitabile dove i dipendenti dell’Ufficio di Sanno si incontrano, per rilassarsi e sentirsi parte della comunità.

Il 2020 ha fatto scoprire a molti i luoghi più impensabili da cui si possa lavorare, che sia comodamente nel proprio letto di casa mentre fuori nevica, da una camera d'albergo con vista mare o dalla casa dei propri genitori nel tepore casalingo. Lo smart working è stata d'ispirazione anche per molti studi di architettura che hanno iniziato ad immaginare altri modi possibili per lavorare, che sia da una roulotte nel giardino di casa o da un igloo sulla terrazza. Lo studio di design Livit ha creato l'ufficio perfetto per lo smart working. Si chiama Studypod e permette di lavorare in assoluta concentrazione, senza più distrazioni e vicino alla natura. Può essere installato nel proprio giardino di casa, in terrazzo o anche in una stanza più grande per sfuggire ai bambini o ai rumori di casa ed essere più concentrati e produttivi. Ecco dunque una selezione degli uffici più bizzarri del 2020 nella speranza che il prossimo anno conservi questi pochi ricordi positivi di un anno da sorvolare.

Il nuovo ufficio di Chiara Ferragni a Milano
Il nuovo ufficio di Chiara Ferragni a Milano
Come sarà l'ufficio post Covid19? All'aperto e made in Italy
Come sarà l'ufficio post Covid19? All'aperto e made in Italy
L'ufficio nel bosco per trovare la concentrazione durante la tua fuga creativa
L'ufficio nel bosco per trovare la concentrazione durante la tua fuga creativa
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni