Ogni anno secondo le statistiche si gettano circa due miliardi di tonnellate di cibo. Il motivo di un tale spreco è dovuto, non solo alle abitudini consumistiche della nostra società, ma anche al cattivo modo delle persone di conservare i cibi. Il designer olandese Floris Schoonderbeek ha creato una soluzione di stoccaggio geniale, si chiama Ground Fridge, ed è un frigorifero sotterraneo, prodotto dal marchio Weltevree, che consente di mantenere i cibi freschi a lungo senza spreco di energia.

Un frigorifero mediamente consuma 240 kWh all'anno, con Ground Fridge si potrebbe risparmiare molto in bolletta grazie al suo intelligente sistema di conservazione degli alimenti. "Il Ground Fridge è una combinazione di tecniche antiche e collaudate, all’interno di un’applicazione moderna", spiega il designer Floris Schoonderbeek, e proprio come le vecchie cantine delle case così il frigorifero interrato riesce a mantenere la temperatura costante tra i 10 e i 12° c per tutto l'anno, che è la temperatura ideale per la conservazione di frutta, verdura, vino e formaggio.

Ground Fridge interrato può essere sepolto sotto la terra o anche la sabbia. L'innovativo frigorifero a costo zero funziona con l'effetto isolante del terreno e l'effetto di raffreddamento delle acque sotterranee. Lo strato di terreno deve essere spesso circa un metro e isolante, in modo da mantenere stabile la temperatura interna del frigorifero. Non è richiesto alcun permesso per posizionare il Ground Fridge e nessun terreno da smaltire.

Il design interno di Ground Fridge è studiato per garantire un facile accesso: prevede delle scale di accesso, che conducono sotto al sottosuolo dove lo spazio è dotato di ripiani in legno per la conservazione. "Le case moderne sono spesso costruite senza un seminterrato, mentre molte persone oggi ne sentono il bisogno: si concentrano su cibi sani e, ad esempio, coltivano il proprio cibo o acquistano alla rinfusa presso l'agricoltore biologico locale. Il Ground Fridge è una versione innovativa della tradizionale cantina, per il nuovo cosmopolita con il suo orto e un'esistenza moderna autosufficiente".