Dopo oltre 5 anni di test scientifici, LIGC Applications ha lanciato un nuovo tipo di maschera antismog e batteri che si propone di essere il miglior sistema di filtrazione disponibile sul mercato. Si chiama Guardian G-Volt e si basa su un filtro di grafene indotto dal laser per intrappolare e respingere virus, batteri e altri inquinanti: "La maschera impiega una carica di basso livello tramite USB ed è stata testata nei laboratori universitari", spiegano i ricercatori, "dimostrando di essere efficace al 99% contro particelle superiori a 0,3 micron e 80% efficace contro particelle più piccole".

Guardian G-Volt è una maschera rivoluzionaria che usa le qualità del grafene, un materiale naturalmente antibatterico, e un'esclusiva tecnologia di filtrazione tramite carica elettrica. Si tratta anche di un prodotto auto-sterilizzante ed estremamente efficace. Ideato da LIGC Applications, Guardian G-Volt rappresenta una svolta scientifica perché fa lavorare insieme il grafene e una carica a bassa tensione fornendo una protezione attiva contro batteri e virus. Eseguendo una corrente elettrica a bassa tensione attraverso la schiuma di grafene, gli scienziati sono stati in grado di creare un sistema di protezione del 99%, contro il 95% delle maschere N95: "La struttura del grafene intrappola i batteri e distanzia il contatto con chi lo indossa. Il filtro intrappola microbi e contaminanti nel grafene LIG disinfettante dove non possono moltiplicarsi.", spiegano gli scienziati, "Utilizzando una potenza elettrica minima, la carica a bassa tensione sterilizza così la superficie del filtro".

La richiesta di maschere protettive è aumentata dopo l'aggressiva diffusione del COVID-19 (Coronavirus) che sta minacciando il mondo intero. In farmacia, nei negozi e online, l'offerta di maschere antismog e antibatteriche si sta quasi esaurendo. Così i ricercatori di LIGC Applications hanno ritenuto opportuno lanciare la loro ricerca per una maschera diversa da tutte le altre perché riesce a fornire una protezione senza pari grazie ad un sistema di filtri sviluppato da team scientifici della Rice University e della Ben Gurion University. La ricerca della Rice University è stata volta alla realizzazione di fogli modellati di grafene flessibile a più strati, un materiale espanso 3D che è capace di condurre elettricità.

Guardian G-Volt ha una triplice azione: il grafene intrappola batteri, virus e inquinanti nel filtro; questi vengono esposti a una carica elettrica che interrompe e scoraggia la loro azione; una volta bloccato il pericolo, la maschera può essere sterilizzata con calore attraverso la stessa porta USB che collega la batteria di potenza elettrica minima. Il prodotto era stato lanciato con una campagna di crowdfunding su Kickstarter il 2 marzo 2020 ma al momento il finanziamento risulta sospeso.