Ci sarà il bus dove andare a dormire, quello dove farsi la doccia e quello in cui incontrarsi per attività ricreative con altri: ecco il destino dei vecchi autobus pubblici delle Hawaii. Una volta dismessi gli autobus pubblici sarebbero destinati allo scasso, ma per Ry Kim dello studio di architettura Group 70 International possono diventare dei comodi rifugi per senza tetto: "Se il laico vede una stanza, l'architetto sfrutta uno spazio. Qualora il laico vede un edificio, un architetto vede l'arte, e dove un laico vede un autobus urbano, un architetto di Honolulu vede una casa", scherza l'architetto.

Il progetto prevede la riconversione di cinque autobus urbani, per il momento, e si basa sul presupposto che tutti possono aiutare nel rifunzionalizzare i veicoli, basta andare dal ferramenta e comprare il necessario per poter lavorare alle strutture sotto la guida di Ry Kim. Perché in realtà, spiega l'architetto, il progetto nasce proprio come iniziativa sociale e quindi spera nella partecipazione di numerosi volontari. Secondo l'idea di Ry Kim ogni autobus dismesso deve essere destinato ad una funzione differente in modo che l'interno delle vecchie strutture sarà più facile da lavorare. Il team in opera prevede di finire due autobus per l'estate ma presto saranno completati anche gli altri per dare il prima possibile tutto il necessario per una vita dignitosa ai senzatetto di Honolulu.