Famosa è la frase di Homer Simpson in una puntata del cartone per il quale la birra è: "La causa e la soluzione a tutti i problemi della vita". Probabilmente la sua versione è un po' estremizzata ma sicuramente la birra può avere altre funzioni oltre quella per la quale viene prodotta. Quando Alfred Heineken tornò da una visita in Olanda dove si accorse della grande quantità di rifiuti scartati, tra cui anche molte sue bottiglie di birra, pensò ad un modo di riciclarle in modo utile. Nacque allora l'idea di creare una bottiglia di birra riutilizzabile che potesse servire come blocco per le costruzioni una volta finita la birra.

WOBO è la prima bottiglia di birra progettata per essere usata in edilizia. Alfred Heineken, insieme all'architetto John Habraken, direttore della Fondazione per la ricerca degli architetti (SAR), sono gli artefici di una bottiglia con facce piane, dotata di fondo concavo. Nel 1964, l'Heineken ha distribuito 100.000 di queste bottiglie (nella versione 35 cl. e 50 cl.) in tutto il mondo. Con WOBO si potevano alzare muri, costruire case e molto altro ancora. Il progetto ha presto incontrato però resistenza, in particolare dalla divisione marketing di Heineken, per la preoccupazione che poteva essere danneggiata l'immagine dell'azienda. Ciò nonostante, Alfred Heineken costruì un'intera casa di bottiglie Wobo nel suo giardino.

A distanza di dieci anni Habraken ha riproposto WOBO, ripercorrendo le grandi teorie sul riciclaggio oggi tanto in voga. Habraken scrisse a Heineken: "L'iniziativa WOBO di dieci anni fa, è ora ampiamente considerata come la prima iniziativa industriale da sviluppare per imballaggi riciclabili". Un edificio completamente WOBO sarebbe stato costruito su un sito della Technical University di Eindhoven, e servirebbe come gli uffici di SAR. Purtroppo l'edificio non è mai stato realizzato. Oggi il capannone nella tenuta Heineken e un muro fatto di WOBO al Museo Heineken di Amsterdam sono le uniche strutture in cui è stata utilizzato il mattone fatto con una bottiglia di birra. Ma WOBO resta un progetto di riciclaggio assolutamente attuale e geniale.