Max Zhivov è un grande appassionato di idrovolanti e quando ha saputo della mancanza di parcheggi mobili in acqua per aerei ha subito avuto un'idea che potrebbe essere la soluzione: si chiama HH ed è la prima casa galleggiante che permette di alloggiare comodamente sull'acqua ma diventa anche un molo per barche, quando è ormeggiata, e persino un garage sull'acqua per idrovolanti. HH è realizzato come un modulo costruito con elementi prefabbricati che quindi possono essere smontati facilmente e trasportati da due camion.

‘HH' è una casa galleggiante con tutte le comodità di uno yacht. Composta da un soggiorno con cucina, camera da letto matrimoniale, due camere da letto per gli ospiti, una matrimoniale e l'altra singola, bagno con wc, cabine armadio e un garage per idrovolanti. L'originale casa galleggiante ha una lunghezza complessiva di 15 metri e una superficie totale di 76 metri quadrati. L'hydrohouse progettata da Max Zhivov è dotata anche di 65 metri quadrati di pannelli solari e due motori elettrici in questo modo la casa è autosufficiente da un punto di vista energetico e può spostarsi ovunque voi desideriate.

Una volta ormeggiata, la casa galleggiante può essere utilizzata anche come un molo per le barche. HH è infatti un modulo ripetibile all'infinito perfetto per creare un ottimo molo per le imbarcazioni. La casa si sviluppa su due livelli: al primo piano c'è tutto lo spazio per i giochi d'acqua, che può anche essere un'area utilizzata per prendere il sole. Il designer di velivoli Alexander Shapin ha inoltre progettato un modello di un aliscafo elettrico, che integra la proposta di ‘HH'. Il ponte della casa galleggiante ha infine una grande rete che permette di guardare la vita marina sott'acqua e crea un collegamento con l'interno del salotto oltre che una base su cui sdraiarsi e rilassarsi su ‘HH'.