Quando parliamo di maratona televisiva il pensiero corre inevitabilmente al giornalista Enrico Mentana durante le lunghe ore di telegiornale e approfondimenti dedicati ad eventi politici importanti per il paese. Eppure in inglese la "Maratona televisiva" è indicata con il termine "binge-watching" che si riferisce alla pratica di guardare serie e programmi televisivi per un periodo di tempo consecutivo molto lungo. Tale pratica è diventata sempre più diffusa nel mondo grazie a piattaforme come Netflix che delle maratone televisive hanno fatto la propria fortuna. Il binge-watching, che per molti viene considerata la malattia del nuovo millennio, per Brian Wright, vice presidente dei contenuti originali Netflix, è un vanto. Così dal mondo del design è arrivata la soluzione per rendere le maratone televisive ancora più piacevoli: si chiama HiBed ed è il letto perfetto per il binge-watching.

HiBed è il letto intelligente ideato dall'architetto e designer italiano Fabio Vinella, che coniuga tecnologia e design. Ispirato al tradizionale baldacchino, HiBed è l'evoluzione tecnologica del letto che molti aspettavano. Serate, cene, domeniche uggiose e giornate di ozio, si passa sempre più tempo davanti alla televisione per serie tv, film e documentari. HiBed è la risposta a questa nuova tendenza, un abitacolo contemporaneo e tecnologico dove godersi la propria serie televisiva comodamente dal proprio letto ma con tutti i servizi di una piccola sala cinema. "Tutto quello che si vuole sperimentare nel comfort del proprio letto con HiBed diventa possibile.", spiega l'azienda di produzione Hi-Interiors, "Il sistema di intrattenimento ad alta fedeltà che valorizza il suo design travolge i sensi in un teatro di emozioni, avvolgendoti con immagini e audio in alta definizione. Ricrea un cocoon personale dove rilassarsi e coltivare le proprie passioni, ognuno a modo suo".

HiBed non è solo un letto. Ultimo arrivato in casa Hi-Interiors, HiBed coniuga design, intrattenimento e domotica. Come tutti i letti dell'azienda, permette di controllare vari dispositivi e creare scenari visivi differenti grazie a quello che viene comunemente definito "Internet of Things". HiBed a differenza però del suo predecessore HiCan ha una struttura più esile, facile da inserire in qualsiasi casa. Nella struttura è incorporato un proiettore 4K con cui poter fare non solo binge-whatchind ma vedere anche film e video personali su uno schermo retrattile da 70 pollici. Nella cornice del letto sono inoltre nascosti altoparlanti per un'esperienza sonora immersiva. HiBed prevede anche un sistema di illuminazione personalizzabile per creare la perfetta retroilluminazione in caso di visione di film e serie tv, un'illuminazione diretta per leggere o lavorare, grazie anche alla possibilità di inserire una base di appoggio, e un'illuminazione alla base per un risveglio graduale.