Da quasi 150 anni gli accessori per mettere ordine negli armadi non sono mai cambiati. Se ci fate caso specialmente le grucce appendiabiti non hanno mai cambiato la propria forma generale. Come non mutano le lamentele di fronte ad un armadio che trabocca di vestiti, scarpe e accessori. Sembra infatti che lo spazio non sia mai abbastanza in un armadio ma forse il problema non è la quantità di cose che uno ha bensì gli elementi per l'organizzazione dello spazio.

Avete mai pensato che il poco spazio nell'armadio sia dovuto alle grucce che usate? Probabilmente nessuno ha mai notato che gli elementi comunemente utilizzati per organizzare gli abiti nell'armadio sono in realtà causa di un enorme spreco di spazio. Molti armadi hanno infatti un'unica asta per i vestiti o sono strutturati in modo che solo poche cose possono andare sugli appendiabiti, questo perché le normali grucce hanno una forma tale che occupa molto più spazio di quello necessario per qualsiasi tipo di vestito. Frustrato dalla mancanza di spazio nel proprio armadio di dormitorio, Drew Cleaver ha ideato un nuovo tipo di gruccia che risolve un tale problema.

Le nuove grucce si chiamano Higher Hangers, e proprio come suggerisce il nome, sono grucce che consentono di recuperare maggiore spazio nella parte sottostante all'asta appendiabiti in modo da poter inserire una seconda asta, o delle scatole, delle scarpe, valigie e altri accessori. Rispetto ad una tradizionale gruccia, Higher Hangers hanno una forma tale che, pur mantenendo la stessa funzionalità delle grucce regolari, tra cui tenere in ordine il colletto delle camicie, massimizzano lo spazio negli armadi fino a tre metri cubi consentendo di inserire anche sette bagagli a mano, o 48 scatole di scarpe in un armadio di medie dimensioni. Con le Higher Hangers si recupera più del 10% dello spazio nell'armadio grazie sia ad una minore distanza della gruccia dal bastone appendiabiti e per il ridotto spessore della gruccia che può essere realizzata in legno o in velluto antiscivolo. Le Higher Hangers sono ancora in fase di prototipo ma si può sostenere la loro produzione finanziando la campagna di crowdfunding su kickstarter.