Spesso si sente dire che se una cosa non è sui social allora non è reale. La maggior parte delle volte è una critica alla nostra società spesso troppo legata alla velocità e superficiale degli strumenti digitali. Altre volte però capita che il mondo virtuale e quello reale si incontrino per realizzare qualcosa di innovativo. È il caso dell'Hortensia Chair progettata dal designer spagnolo Andrés Reisinger e prodotta da Reisinger Studio. L'Hortensia Chair nasce come un immagine rendering su Instagram e oggi è una seduta funzionale scultorea ispirata ai fiori di ortensia.

Quando nel 2018 Andrés Reisinger ha lanciato su Instagram l'immagine della sua Hortensia Chair, questa poltrona rivestita di 20.000 petali di fiori di ortensia è diventata in poco tempo virale. La forte domanda ha spinto il giovane designer spagnolo ha pensare un modo per poter realizzare quello che era solo un oggetto della sua immaginazione. Dopo sei mesi di ricerche e sperimentazioni, Andrés Reisinger ha trovato la collaborazione di Júlia Esqué, una brillante product designer esperta di tessile con la quale hanno trovato il modo per realizzare la poltrona di petali. Per creare l'originale arredo è stato introdotto un processo di produzione completamente nuovo per una poltrona. l'Hortensia Chair è stata realizzata assemblando singoli moduli differenti. La seduta presenta una struttura in legno imbottita con tessuto colorato e rivestita con un sistema di petali sulla parte superiore. I petali sono creati con lunghe strisce di poliestere rosa, con bordi smerlati, tagliate a laser prima e poi increspate. Ogni fascia comprende 40 petali. Ogni poltrona è fatta con 500 moduli. Oggi l'Hortensia Chair è realtà ed è esposta nella sua prima versione alla galleria Montoya di Barcellona. Spesso l'immaginazione e il virtuale possono superare il reale.