Nel 1988 l'idea di un grande albergo galleggiante con ristoranti, bar, discoteche, piscine e campi da tennis, sembrava del tutto avveniristica. Oggi che si parla di città galleggianti e intere comunità negli oceani la storia del primo hotel galleggiante del mondo potrebbe non sembrare sorprendente se non fosse che di recente questa mega struttura da record rischia di essere distrutta per volontà del leader nordcoreano Kim Jong-un. L'incredibile Hotel Haegumgang si trova infatti attualmente attraccato a Mount Kumgang, sulla costa orientale della Corea del Nord, e ha ricevuto la visita del leader della Nord Corea che ha trovato le attrezzature piuttosto gradevoli.

L'Hotel Haegumgang è il simbolo dell'unione della Corea del Nord e del Sud. L'enorme albergo galleggiante è stato costruito nel 1988 a Singapore e ha aperto le sue attività come John Brewer Floating Hotel nel Queensland, in Australia, per poi essere trasferito in Vietnam ed essere attualmente attraccato a Mount Kumgang, in Corea del Nord. L'albergo era stato anche acquisito dalla catena Four Seasons Barrier Reef Resort è stato trasferito a Ho Chi Minh City, in Vietnam, nel 1989, prima di essere poi acquistato dalla Corea del Nord e portato nella regione turistica di Mount Kumgang, a confine tra le due Coree, ed è appunto qui che le famiglie della Corea del Nord e Corea del Sud potevano incontrarsi pacificamente.

Il primo hotel galleggiante del mondo è stato progettato dallo sviluppatore australiano Doug Tarca. L'Hotel Haegumgang è una mega struttura galleggiante a sette piani che comprende quasi 200 camere, discoteche, bar, ristoranti, un eliporto e un campo da tennis. Il progetto di Tarca era molto di più di una nave da crociera perché la struttura era dotata di un sistema di ancoraggio in stile piattaforma petrolifera. L'originale albergo è stato attivo fino al 2008 quando una donna sudcoreana, che stava entrando in zona riservata, è stata uccisa da un soldato nordcoreano. Nel 2018 è stata manifestata la volontà di aprire lo storico albergo che, dopo la visita di Kim Jong-un, rischia di essere demolito in parte in favore di una struttura più moderna. Il leader nordcoreano ha criticato le attrezzature come: "non sono solo molto arretrate in termini di architettura ma sembrano così squallide in quanto non sono adeguatamente curate. Gli edifici sono solo un hotchpot senza carattere nazionale". Le "strutture dall'aspetto sgradevole" dovrebbero essere rimosse e ricostruite per "soddisfare il sentimento e il gusto estetico della Corea del Nord". Ora il futuro di questo primo esemplare di albergo galleggiante, che si potrebbe definire un antenato di tutte le strutture galleggianti che si stanno progettando oggi, è incerto.