Siamo abituati ad immaginare i castelli come quelli delle fiabe, pieni di vita, sempre illuminati dal sole, dal forte impatto scenico, ricchi di vegetazione e soprattutto opulenti. Cascate, laghi, templi, tutto contribuisce a rendere più suggestiva la scenografia in cui si colloca il castello. Tanti bambini sono nati nel mito di principi e principesse proprio perché le ambientazioni delle fiabe hanno incantato i sogni di intere generazioni. E pensare che i castelli delle favole in realtà sono stati ispirati da un castello esistente: il castello di Neuschwanstein, ormai un simbolo della Baviera, in Germania, che a chiunque lo visiti fa rivivere le emozioni dell'infanzia. Walt Disney ne rimase talmente affascinato da prenderlo a modello per alcuni tra i suoi più celebri film d'animazione: La bella addormentata nel bosco, Biancaneve e i sette nani, Cenerentola.

Ma nella realtà i castelli spesso hanno avuto destini tutt'altro che felici: possedere un castello è sicuramente una fortuna per il proprietario, ma immaginate i costi di manutenzione di tali strutture? Oggi diventa difficile gestire una casa in città, figuratevi un castello con giardino e servitù quanto potrà costare. Per questo molti castelli nel mondo vengono spesso abbandonati e lasciati in rovina. Proprio a Napoli, in Italia, abbiamo un esempio di tale circostanza: Villa Ebe, comunemente nota come Castello di Pizzofalcone, era la residenza dell'architetto Lamont Young che progettò da solo quest'edificio in stile neogotico. La Villa, detta anche Castello Lamont, sorge sul lato occidentale del Monte Echia a Napoli, in cima a delle antiche rampe che contribuiscono a dare un aspetto ancora più suggestivo all'edificio. Il castello, costruito nel 1922, è caratterizzato da una torre quadrata con contrafforti ottagonali in pietra vesuviana e finestre ad arco poste sui lato. Dopo un incendio doloso nel 2000 che distrusse tutti gli interni, compresa la splendida scala elicoidale, il Castello Lamont oggi vessa in stato di completo abbandono. Ma nonostante il decadimento, queste costruzioni riescono a conservare ancora un fascino incantato che li rende i castelli abbandonati più suggestivi al mondo.