Chi pensa all'autunno come la stagione dove iniziano le prime piogge in attesa dell'inverno, chi maledice il primo freddo che decreta la fine dell'estate e quindi della spensieratezza delle vacanze, chi coglie solo l'atmosfera malinconica della stagione in cui cadono le foglie, ha una visione piuttosto limitata dell'autunno. Perché è vero che iniziano ad abbassarsi le temperature, gli alberi si spogliano e cominciano le forti piogge anticipatrici dell'inverno, ma è anche vero che la natura si veste di colori mozzafiato, tonalità che non pensavamo potessero esistere. Alcuni animali vanno in letargo e i boschi o le foreste si arricchiscono di un silenzio armonioso e riflessivo. Le montagne cambiano volto con il mutare della vegetazione e i laghi o i fiumi in cui la natura si specchia, rimandano un'immagine romantica e suggestiva del mondo circostante.

In autunno la natura acquisisce colori che riempiono gli occhi di bellezza. Passeggiare nei parchi e nei boschi della nostra penisola può essere un'esperienza unica che difficilmente dimenticherete e che sicuramente vi rimetterà in pace con il mondo. Nel Parco Nazionale del Gran Paradiso è il periodo dell'amore dei camosci, i ciliegi selvatici diventano rossi e le conifere di un verde mozzafiato. Nel Parco Nazionale della Sila ci sono delle foreste di faggi che d'autunno si tingono di giallo e di rosso e si organizzano escursioni per ammirare il foliage specialmente soprattutto dei Giganti di Fallistro, alberi altissimi che spiccano dalle vette della montagna. Nel Parco Nazionale dello Stelvio, oltre ai colori unici dell'autunno, si possono ammirare i cervi che si abbeverano lungo i ruscelli. Nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini aceri e faggi colorano le colline di tonalità variopinte da togliere il fiato. Ecco gli altri parchi italiani dove innamorarsi dell'autunno in Italia: