I guanti da giardinaggio sono dei dispositivi di protezione indispensabili per tutti coloro che hanno il pollice verde e spesso lavorano, sia per hobby che per professione, in giardini, orti, rovi o campi incolti.

Chi deve potare rami o piante spinose, sistemare vasi, sradicare erbacce o rovi secchi spesso corre il rischio di graffiarsi le mani e le braccia. Avere il pollice verde e prendersi cura degli spazi verdi è sicuramente un'attività edificante, ma bisogna considerare che le mani sono il nostro biglietto da visita e, per questo, dobbiamo averne cura. Utilizzare dei guanti da giardino e sceglierli in base al tipo di lavoro e alle diverse esigenze è quindi fondamentale.

Che li vogliate più caldi per lavorare i giardini in inverno, oppure che li preferiate più sottili e leggeri per i periodi più caldi, ricordatevi sempre che i fattori più importanti da valutare sono quelli di sicurezza, la resistenza, la flessibilità e l'impermeabilità. In commercio è possibile trovarne di diverse tipologie: ci sono quelli lunghi, perfetti per proteggere anche l'avambraccio, i guanti antispina, ideali per toccare le piante con spine senza pungersi, e quelli da potatura. Senza dimenticare che ci sono anche quelli appositamente realizzati per i bambini con il pollice verde.

Importante, quindi, è direzionare la propria scelta verso un modello che assicuri una protezione totale e un'elevata resistenza in tutte le attività desiderate. Ecco una lista dei 12 migliori guanti da giardinaggio scelti tra i vari modelli disponibili in commercio.

Classifica dei migliori 12 guanti da giardino

Per darvi la possibilità di effettuare una scelta completa, sono stati messi a confronto modelli differenti in base a quelle che potrebbero essere le vostre esigenze. Dopo una cernita accurata, ecco i modelli più indicati per tutti quelli che desiderano dedicarsi al proprio hobby in assoluto relax.

1. Westwood Fox

I guanti da giardinaggio della Westwood Fox sono antispine, perfetti per la potatura e rientrano nella classifica dei più venduti su Amazon grazie alla loro vestibilità e all'elevata protezione che garantiscono. Nonostante la loro struttura si limiti a ricoprire e proteggere esclusivamente la mano, questi guanti godono di una più ampia aderenza rispetto agli altri modelli, che rende questi guanti senza alcun dubbio più comodi, meno ingombranti e pratici da usare.

Pro: ottima vestibilità anche sulla lunga durata. Per quanto riguarda il fattore aderenza, sono stretti al punto giusto tale da permettere ogni movimento. La protezione dalle punture di rovi e piante spinose è elevata.

Contro: questo è un modello da manolascia scoperto il resto del braccio. Sconsigliato per chi deve rimuovere rovi con spine.

2. Kasimir

Guanti con fibra resistente antitaglio, tessitura antiscivolo e design ergonomico: ecco un esempio di guanto da giardino perfetto e versatile. Questo modello proposto da Kasimir, infatti, è stato ideato per usarlo in molteplici attività e non solo nel giardinaggio.

Qui si parla di un prodotto il cui processo di produzione si è focalizzato in particolar modo sui materiali elastici e resistenti (polietilene e fibre esclusive a base di silice); sul design ultra-ergonomico, comodo sia nei movimenti della mano che del polso; e sulla tessitura elastica, leggera, traspirante e delicata per una maggiore comodità e sensibilità al tatto.

Pro: le sue maglie in fibra a base di silice e polietilene conferiscono garantiscono un'elevata protezione dai tagli. Il design ergonomico, poi, permette di eseguire tutti i movimenti facilmente, è molto traspirante e leggero.

Contro: la zona dell'avambraccio e del gomito sono lasciate scoperte quindi non è idoneo per chi è alla ricerca di un modello lungo e coprente.

3. Ogrifox

Tra i guanti più indicati per gestire le piante spinose, un'altra delle migliori scelte di Amazon secondo un rapporto qualità-prezzo, riguarda i guanti da giardinaggio della Ogrifox che, con il modello AJS LTD realizzato in nylon e rivestito in lattice, garantiscono la massima resistenza alle spine e alle schegge di legno, ma anche un'eccellente destrezza e flessibilità dei movimenti. Unica pecca è l'assenza della funzione impermeabile degli stessi che potrebbe essere utile per tutti quelli che desiderano avere le mani asciutte pur entrando a contatto con acqua e altre sostanze umide previste nel giardinaggio.

Per quanto riguarda la resistenza a lungo termine, questi rientrano nella categoria dei guanti da giardinaggio usa e getta i quali, dopo 1-2 lavaggi (anche in lavatrice), dovrebbero essere soggetti a usura e alla conseguente sostituzione.

Pro: se lo scopo è quello di proteggersi da graffi e punture, questi guanti garantiscono la massima resistenza contro spine e tagli.

Contro: questi guanti non godono di una lunghissima durata nel tempo, più adatti a chi fa piccoli lavoretti.

4. 3Kamido

Per tutti quelli che sono alla ricerca di guanti da giardinaggio ecologici e realizzati con materiali privi di sostanze chimiche nocive, i guanti da giardino di 3Kamido sono la scelta più indicata.

Realizzati in filato di poliestere e ricoperti di lattice, questi guanti sono perfetti per chi vuole mantenere protette le proprie mani da abrasioni, tagli e punture. Proprio per rispettare un'esigenza simile, questi guanti sono realizzati prettamente senza cuciture, così da evitare qualsiasi irritazione della pelle.
I materiali usati permettono una buona sensazione al tatto e li rendono facilmente adattabili a qualsiasi tipo di mano, favorendo sia la presa che la destrezza.

Scegliere i guanti ecologici di 3Kamido significa optare per la migliore protezione contro i graffi, lo sporco, le schegge e anche contro l'umidità, grazie alla parte in lattice impermeabile al 100%.

Pro: sono realizzati con materiali che garantiscono assoluta sicurezza. Per quanto riguarda il fattore vestibilità, non avendo le cuciture, risultano molto più comodi.

Contro: i materiali in lattice e poliestere con cui sono realizzati questi guanti, li rendono poco traspiranti e d'estate potrebbero far sudare maggiormente le mani.

5. ACE

Ecco dei guanti da giardinaggio professionali che garantiscono traspirabilità, elevata resistenza e impermeabilità. Tra i più acquistati su Amazon ci sono questi guanti da giardino di ACE, perfetti da utilizzare sia per hobby che per lavoro. È il rivestimento in lattice (con azione antibatterica), infatti, che li rende guanti di alta qualità

Pro: resistenza ai graffi e alle spine, impermeabilità ai liquidi e traspirabilità delle mani, sono i punti forti di questi guanti. Altro lato positivo è la possibilità di lavarli e riutilizzarli quando si vuole.

Contro: sebbene la traspirabilità sia un punto forte di questi guanti, alcuni utenti Amazon segnalano che sarebbe preferibile usarli in inverno, perché potrebbero risultare caldi per l'estate.

6. Grüntek

Grazie al loro rivestimento in lattice, anche i guanti per il giardinaggio della Grüntek risultano essere molto resistenti ai tagli dovuti alle spine. Inoltre, sono stati ideati per essere leggeri, comodi e con un'ottimale superficie di presa aderente, caratteristiche perfette per chi desidera prendersi cura delle proprie piante domestiche o del proprio giardino/orto e deve avere a che fare con oggetti scivolosi, sporchi, umidi e grassi.

Pro: il rivestimento corposo interiore li rende molto più resistenti rispetto alla media.

Contro: il prezzo è leggermente più elevato rispetto ad altri modelli, ma il costo è giustificato dalla loro qualità.

7. 3Kamido

Per proteggere le mani dei nostri piccoli nati con il pollice verde da tagli, spine e punture, i guanti per bambini della 3Kamido sono la scelta più indicata. Chi lo dice che la passione per il giardinaggio non possa nascere già da piccoli? Proprio per questo nascono i guanti pensati appositamente per accompagnare anche i nostri bimbi nel loro rapporto con la Natura.

Questo modello realizzato in nylon e lattice, risulta essere molto robusto: massima resistenza e protezione sia nei confronti di abrasioni che strappi. Questi guanti da giardino in formato junior, sono pensati, inoltre, per assicurare una presa salda, anche alle mani più piccole, con il loro latex antiscivolo.

Pro: nonostante il buon materiale resistente e duraturo con il quale sono realizzati, questi guanti risultano essere anche molto morbidi e anche impermeabili.

Contro: in alcuni casi, possono risultare leggermente più lunghi alle dita. Si consiglia, quindi, di valutare con attenzione la taglia giusta delle mani del piccolo prima di effettuare l'acquisto.

8. DEX FIT

Molto acquistati su Amazon grazie alla loro estrema aderenza che li fa percepire come una "seconda pelle", i guanti da giardinaggio di Dex Fit rientrano tra i guanti perfetti addirittura per uso professionale.

Oltre a donare un vero comfort a livello manuale grazie alla calzata ergonomica, questi guanti in nylon e fibra elastica assicurano non solo maggior sensibilità al tatto, ma anche una presa salda a contatto con olio o sott'acqua. Grazie a questa caratteristica, l'affaticamento della mano è notevolmente ridotto al minimo mentre, grazie ai tessuti traspiranti con cui sono realizzati, le mani restano sempre asciutte perché godono di una ventilazione e una traspirabilità uniche.

Per tutti quelli che cercano dei guanti realizzati con materiali certificati e non contenenti siliconi, questi si affermano come la scelta perfetta, insieme a quelli ecologici. Inoltre, non ci sarà bisogno di buttarli e riacquistarli, perché realizzati per la lunga durata, e quindi, facilmente lavabili in lavatrice.

Pro: sul versante economico, questi guanti godono di un ottimo rapporto qualità-prezzo. La buona qualità, infatti, si denota dalla sensibilità al tatto e dalla presa sicura più che garantite.

Contro: pur essendo in nylon, questi guanti hanno una struttura rigida che li fa percepire leggermente duri e complicati da usare nelle situazioni dove è richiesta maggior delicatezza.

9. Amazon Basic

Perfetti per lavorare con le piante spinose senza pungersi, ecco i guanti lunghi da potatura in pelle di Amazon Basic, perfetti per proteggere anche gli avambracci, anch'essi esposti a graffi e punture da spine e animali.

Infatti, questi guanti da giardino sono pensati appositamente per potare roseti e altre piante spinose. La loro struttura in pelle pieno fiore bovina e caprina, li rende anche altamente durevole e resistenti nel tempo. Anche questi, poi, come gli altri, sono realizzati con un design ergonomico con l'unico obiettivo di conferire massima flessibilità, destrezza e protezione.

Pro: essendo dei guanti realizzati in pelle, sono altamente resistenti e robusti. In più, godendo di una forma più coprente, consentono di proteggere l'avambraccio dagli insetti, dalle spine e da qualsiasi fastidio.

Contro: se da un lato la pelle li rende molto resistenti, dall'altro lato questo materiale è molto spesso, e questo li rende meno adatti a lavorare tra i fiori delicati.

10. Gardena

Per proteggere le mani durante il trapianto delle piante, il rinvaso e la piantumazione, i guanti proposti da Gardena sono la soluzione migliore. Quando si vogliono svolgere lavori di piccola entità in cui la presa e la sensibilità devono essere elevate, optare per un guanto di questa tipologia potrebbe rivelarsi altamente funzionale. D'impatto, poi, è anche il design moderno in cotone, materiale che conferisce al guanto una lunga durata, una buona vestibilità e un alta libertà di movimento.

Pro: sono estremamente comodi da indossare e morbidi. Inoltre, godono di un'elevata traspirabilità che permette di non far sudare le mani e favoriscono una buona presa.

Contro: nel momento dell'acquisto, è bene scegliere una misura più grande rispetto alla solita, vista la particolare aderenza del guanto.

11. Oregon

Ecco un altro modello di guanti da giardino da potatura con protezione antitaglio. Stavolta è Oregon la casa produttrice di questi comodissimi utensili da giardino realizzati in pelle liscia: guanti leggeri, che si adattano bene alle mani e con un'elevata sensibilità di presa. Unica pecca è il rinforzo esclusivamente sulla mano sinistra e non su tutte e due. Consigliati, quindi, non per lavori professionali ma per operazioni saltuarie e sporadiche.

Pro: la pelle con cui sono realizzati questi guanti li renderà sempre un prodotto di alta qualità, soprattutto per chi cerca dei guanti ultra resistenti e protettivi. Perfetti per lavorare in tutta sicurezza, sono robusti ma anche morbidi e comodi.

Contro: mancano i rinforzi in più nelle dita e nei palmi.

12. Kaini

Per scavare nel terreno, piantare e occuparsi del vivaio, esistono gli appositi guanti come questi di Kaini provvisti di artigli in plastica utili per scavare con più facilità. Questo modello, infatti, è caratterizzato dalla presenza, alla fine delle punte delle dita, di artigli in plastica ABS integrati per dare la possibilità di scavare, piantare e rastrellare in tutta comodità.

Il materiale in gomma, poliestere e plastica ABS con cui sono realizzati, da un lato li rendono resistenti alle forature, dall'altro li fanno adattare alle mani come fosse una seconda pelle.

Pro: ideali per lavori di giardinaggio e pulizia domestica. Questi guanti sono durevoli nel tempo, impermeabili nei confronti di tutti i liquidi, resistenti alle forature da spine e schegge e traspiranti tali da non far sudare le mani al loro interno.

Contro: potrebbero risultare di una taglia più piccola rispetto a quella che si ha di norma.

Guida all'acquisto: come scegliere i migliori guanti da giardinaggio

Tutti gli appassionati di giardinaggio, o coloro che hanno scoperto da poco di avere il pollice verde, dovrebbero curare il proprio orto o il giardino munendosi di appositi guanti. Nella cassetta degli attrezzi, infatti, non dovrebbero mai mancare i guanti da giardino se si vuole lavorare in sicurezza.
Come abbiamo visto, non esiste una tipologia migliore rispetto a un'altra: l'importante è scegliere con attenzione i materiali in base all'uso che se ne vuole fare.

Scopriamo insieme quali sono i fattori da tenere in considerazione prima di acquistare un paio di guanti da giardinaggio perfetti per le proprie esigenze.

Materiali disponibili

I guanti da giardinaggio possono essere realizzati in diversi materiali, e a volte, questi stessi materiali vengono opportunamente combinati  tra loro per una migliore resistenza del guanto. Ecco quali sono i materiali più comuni utilizzati per realizzarli.

  • Vera pelle: l'ideale per proteggersi da punture, graffi, schegge e abrasioni sarebbe sicuramente acquistare dei guanti in pelle vera. Adatti per i lavori più duri, ma anche più dinamici, grazie alla loro elevata resistenza e flessibilità. L'unica pecca potrebbe essere il loro spessore, che può comportare una riduzione della sensibilità, o il non poterli lavare in lavatrice: per il resto, i guanti da giardinaggio in vera pelle possono risultare una valida opzione per lavorare alla propria oasi personale.
  • Finta pelle: rispetto ai precedenti, i guanti in finta pelle possono essere lavati anche in lavatrice (previa lettura dell'etichetta). Questi sono sicuramente più economici ma, allo stesso tempo, risultano essere anche meno resistenti rispetto a quelli in vera pelle.
  • Gomma (lattice): sono dei guanti da giardinaggio economici, impermeabili, protettivi e dall'ottima vestibilità ma non sono immuni a strappi e fori. Sono facili da pulire ma altamente sconsigliati per i soggetti allergici, perché causa di frequenti allergie.
  • Neoprene, PU, nylon e nitrile: molto spesso i guanti da giardinaggio possono essere realizzati con un mix di materiali sintetici per garantire elasticità, flessibilità e resistenza. Tra questi materiali possiamo avere il neoprene, il poliuretano, il nylon e il nitrile. Di per sé non è traspirante ma, quando quest'ultimo subisce il "trattamento foam", diventando microporoso, riesce a coniugare perfettamente traspirabilità e impermeabilità.
  • Cotone: che dire del cotone? I guanti da giardinaggio realizzati in questo materiali sono sicuramente flessibili, confortevoli e freschi. Per un uso intensivo dei lavori da giardinaggio sono sconsigliati, perché facilmente soggetti ad abrasioni ma, per le attività leggere, possono durare anche un'intera stagione.

Destinazione d'uso

Nel caso in cui si effettuino lavori di giardinaggio in cui lo scopo è principalmente quello di maneggiare tronchi, rami, steli spianti o rovi aggrovigliati, il consiglio è ovviamente quello di optare per dei guanti antitaglio e antispina resistenti alle abrasioni, ai graffi, alle punture e alle schegge. Laddove fosse prevista la potatura di rose, invece, potrebbe essere ancora meglio indossare dei guanti lunghi capaci di coprire anche gli avambracci.
Per chi preferisce dedicarsi, alla semina, a piantare piantine, a raccogliere frutti e olive, o a tagliare l'uva, per esempio, il consiglio è optare per dei guanti flessibili, che conferiscono una sensazione di comfort sulla lunga durata.

Quando, invece, si deve aver a che fare con acqua quando si innaffia, con terricci umidi o con medicinali fertilizzanti e/o concimanti, può capitare di doverci entrare a contatto con le mani: in quei casi è preferibile scegliere dei guanti da giardinaggio che assicurino anche un'elevata impermeabilità alle sostanze liquide.

Come già anticipato, prima di acquistare dei guanti da giardinaggio bisogna ben valutare le proprie esigenze e abitudini: se lavorate spesso in giardino, potrebbe volerci un ricambio, soprattutto se avete optato per dei guanti non impermeabili. Stessa cosa vale per il riutilizzo degli stessi: è sempre meglio scegliere dei guanti lavabili così da poterli usare anche successivamente.
Altro fattore importante, quindi, è la durata: per i lavoratori più frequenti, i guanti da giardinaggio è preferibile sceglierli resistenti e durevoli nel tempo. Per questo motivo, una delle scelte più indicate è il guanto realizzato in vera pelle, come quello firmato Amazon Basics o come quello della Oregon. In questo modo potrete lavorare protetti da punture e tagli, certi di poterli usare più a lungo possibile.

I guanti da giardinaggio di questo tipo, però, a lungo andare potrebbero risultare rigidi e con una bassa sensibilità. In questi casi, o nel caso in cui il lavoro in giardino fosse saltuario, si potrebbe optare per dei semplici guanti da giardinaggio in cotone usa e getta, semplici da usare perché più sottili e piacevoli da indossare (soprattutto d'estate).

Taglia

Mi raccomando con le misure: i guanti migliori sono quelli che aderiscono senza stringere troppo; non devono essere né di una taglia più grande (sarebbero di ingombro), né di una più piccola (limiterebbero i movimenti), ma della misura corretta delle proprie mani. Da non sottovalutare è anche la zona dei polsi i quali, dovrebbero essere ben avvolti in polsiere aderenti per evitare infiltrazioni di terreno o liquidi, ma allo stesso tempo devono sempre essere regolabili ed elasticizzate per favorire tutti i movimenti.

Per quanto riguarda la zona delle giunture delle dita, questa deve essere abbastanza flessibile, tale da facilitare le prese di attrezzi, oggetti e piante. La taglia dei propri guanti, dunque, non è assolutamente un fattore da sottovalutare: per fortuna al giorno d'oggi abbiamo la possibilità di scegliere tra svariate dimensioni disponibili, sia per uomo che per donna. Così facendo, e dopo aver stabilito in che modo si vuole lavorare, la scelta dei guanti non può che venire da sé: basta un semplice click e finalmente anche voi potrete dedicarvi al meglio al vostro angolo di paradiso personale.

Perché usare dei guanti da giardinaggio?

Piantare, potare, innaffiare, estirpare: per quanto possano sembrare azioni facili da realizzare, effettuarle con un paio di guanti da giardinaggio appositi le rende ancora più semplici. Svolgere mansioni di questo tipo senza la preoccupazione di farsi male o di sporcarsi non è cosa da poco.

I motivi alla base di un'acquisto del genere sono numerosi. Eccone alcuni.

  • Indossare dei guanti dà la possibilità di avere sempre mani pulite e asciutte. Che sia del terriccio incastrato, o delle piante, foglie, fiori che rilasciano colorazioni temporanee, avere le mani coperte da guanti previene intoppi di questo tipo e semplifica il lavoro poi dopo.
  • I guanti non favoriscono solo l'igiene delle mani ma aiutano anche a evitare calli e vesciche provocati dal continuo uso di attrezzi pesanti. Grazie ai tessuti morbidi con i quali sono realizzati, riescono a donare comfort sia durante che dopo la presa.
  • Sempre grazie ai materiali scelti per realizzare i guanti da giardinaggio, uno dei loro scopi principali è proprio quello di evitare tagli e graffi dovuti alle spine. Chi lavora nei giardini sa benissimo che prima o poi dovrà mettere le mani in cespugli, rovi, campi incolti o altro: è per questo che, invece di incorrere in fastidiosi inconvenienti, ci si può munire degli appositi guanti protettivi.
  • Da non sottovalutare è anche la protezione nei confronti di sostanze chimiche dannose utilizzate per la lavorazione dei terreni e delle piante. Munirsi di guanti da giardinaggio certificati, vuol dire, infatti, proteggere la propria pelle anche da sostanze nocive come pesticidi, erbicidi e fungicidi.