Dimenticate le semplici toilette squadrate, semplici, composte da water e lavandino, che si possono trovare andando in giro in ogni parte del mondo. Hidefumi Nakamuraha trascorso più di un anno in viaggio nei dintorni di Tokyo e ha scoperto che in Giappone ci sono bagni pubblici tutt'altro che banali. Da strutture a forma di tronco d'albero e finti castelli da fiaba, l'account di Instagram "toilets_a_go_go" di Nakamura rivela l'esistenza di bagni così bizzarri ed insoliti che si fa fatica a credere che possano essere veri.

I giapponesi sono noti per i propri bagni tecnologici. Dal water che si riscalda a quello con bidet integrato sono ormai un oggetto indispensabili nelle case dei giapponesi e non si tratta solo di un lusso per pochi. Ma Hidefumi Nakamura è andato in giro per il paese alla scoperta di bagni pubblici e ha scoperto che in Giappone sono tutt'altro che banali. Esistono bagni a forma di facce umane, oppure dei bagni che ripetono alcune lettere dell'alfabeto. Il motivo per cui in Giappone si realizzano strutture così bizzarre non è conosciuto ma è un piacere per la vista.

Spesso i bagni sono estranei al contesto in cui sono inseriti. Hidefumi Nakamura ha iniziato la sua collezione di immagini di bagni particolari in Giappone facendo caso all'elevato numero esistente nel paese. Siamo abituati a bagni pubblici dalle forme semplici, scarni, simili a bagni chimici ma più strutturati. In alcune città, come Parigi, i bagni pubblici sono oggetto di concorsi di progettazione e la maggior parte dei modelli che vedrete in giro per la capitale francese sono stati progettati dal designer Patrick Jouin ma nonostante la firma d'eccezione, la forma della toilette è tutt'altro che bizzarra. In Giappone invece vi potrà capitare di fare i vostri bisogni in un finto tronco oppure un piccolo castello da fiaba, sono solo alcuni dei bagni pubblici più strani in giro per il paese.