Emblema del quieto vivere bucolico, la campagna è il sogno di molti che desiderano evadere dalla città per vivere una quotidianità dai ritmi più rilassati e lontano dal caos e l'inquinamento urbano. Dal Chianti ala campagna pugliese, dall'Umbria alle colline piacentine, l'entroterra del territorio italiano è ricco di bellezze storiche e paesaggistiche che hanno incantato poeti, scrittori e artisti. Oggi con lo smart working in molti possono scegliere di lavorare in un luogo lontano, non solo geograficamente ma concettualmente, dal proprio ufficio di città e i casali e i rustici di campagna risultano essere alcune delle maggiori richieste del mercato immobiliare odierno.

La fuga verso la campagna sembra essere un trend di mercato sempre più rilevante. Secondo una ricerca del Coldwell Banker Global Luxury, tra i più riconosciuti network immobiliari al mondo ad occuparsi prevalentemente di compravendita di immobili di pregio in 43 Paesi, si registra un aumento delle richieste di casali e i rustici di campagna, proprietà note per le loro caratteristiche architettoniche rurali e per la tranquillità. Con la diffusione del fenomeno dello smart working durante il lockdown da pandemia globale, le aziende hanno dimostrato di poter lavorare tranquillamente e in modo efficiente anche con i propri dipendenti in home working, tanto che molte società, nonostante un generale "ritorno alla normalità", ancora non sembrano voler riaprire i propri uffici nelle grandi città. Così in tanti stanno valutando l'ipotesi di allontanarsi dai grandi centri urbani, ripopolando zone rurali ormai dimenticate.

I requisiti

Questa nuova tendenza del mercato immobiliare è stata riscontrata in Toscana, territorio noto in tutto il mondo per le sue campagne e colline mozzafiato, nelle Langhe, nel bresciano ma anche nel piacentino e nell'entroterra pugliese. Secondo gli ultimi dati, le campagne fiorentine e senesi hanno registrato un incremento della domanda dell’89% di casali e rustici di campagna: "Accompagnato dal fenomeno dello smart working, il mercato immobiliare del lusso sta subendo notevoli cambiamenti", racconta Cassiano Sabatini, Vice Presidente di Coldwell Banker Italy, "Le richieste più frequenti in questa tipologia di immobile di pregio sono sicuramente la dimensione dell’immobile, che non deve essere minore di 350-500 mq, così come i comfort più classici quali la piscina privata e la spa interna. Un plus è sicuramente poi la presenza di aziende agricole e vigneti che rendono la vita di campagna ancora più realistica allontanandoci dallo stress. Non può mancare, infine, la rete di collegamenti efficiente per facilitare l’accessibilità alla proprietà, pur garantendo l’isolamento del casale dai grossi centri urbani".