2.870 CONDIVISIONI
25 Ottobre 2021
14:21

Il Burj Al Arab di Dubai apre ai non clienti: com’è fatto l’hotel a 7 stelle più lussuoso al mondo

Con suite di oro 24 carati e la hall più alta del mondo che riproduce la Via Lattea, il Burj Al Arab si autodefinisce “l’unico albergo a sette stelle del mondo”. Si tratta di uno degli hotel più lussuosi al mondo che apre per la prima volta le sue porte segrete non più solo ai clienti ma anche ai tanti turisti e curiosi che desiderano ammirare una delle architetture più iconiche di Dubai e del mondo.
A cura di Clara Salzano
2.870 CONDIVISIONI
Il Burj Al Arab di Dubai
Il Burj Al Arab di Dubai

Quando lo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, sovrano di Dubai, decise di costruire il Burj Al Arab voleva creare l'hotel più lussuoso al mondo. Oggi quello che si è autodefinisce "l'unico albergo a sette stelle del mondo" è tra gli hotel più esclusivi mai realizzati che per la prima volta apre le sue porte segrete non più solo ai clienti ma anche ai tanti turisti e curiosi che desiderano ammirare una delle architetture iconiche di Dubai e del mondo. L'iniziativa si chiama Inside Burj Al Arab ed è stata lanciata a ottobre 2021 in occasione del 50° anniversario degli Emirati Arabi Uniti e dell'apertura di Expo 2020 Dubai. Dalla hall d'ingresso che riproduce la Via Lattea alla piattaforma per elicotteri a sbalzo, che ha ospitato anche le partite di tennis di Andre Agassi e Roger Federer, scopriamo com'è fatto all'interno il Burj Al Arab.

Il Burj Al Arab, un'icona dell'architettura mondiale

Grazie all'iniziativa Inside Burj Al Arab tutti possono visitare l'iconica architettura di Dubai. La famosa torre a forma di vela, progettata dall'architetto britannico Tom Wright nel 1993, con i suoi 321 metri di altezza, invoglia a salire al primo sguardo. Probabilmente sarà l'assenza di altri grattacieli nelle vicinanze ma in pochi sanno che il Burj Al Arab è più basso della Torre Eiffel di soli 3 metri. Il tour di Inside Burj Al Arab parte dall'esterno, dove tutti i turisti si fermano per catturare l'immagine di uno degli edifici che ha fatto la storia, tanto da avere anche una sua quasi replica sul lungomare di Barcellona con il W Barcelona di Ricardo Bofill. È stata creata una piattaforma sul ponte che collega l'isola artificiale su cui sorge la torre a Vela di Dubai con la terraferma proprio per permettere di scattare foto indisturbati.

La hall d’ingresso del Burj Al Arab
La hall d’ingresso del Burj Al Arab

All'interno del Burj Al Arab di Dubai, tempio del lusso a sette stelle

Entrare  nel Burj Al Arab vuol dire solcare la soglia di uno degli hotel più lussuosi al mondo e una volta all'interno le aspettative non deludono anche i clienti più esigenti. Si tratta infatti di accedere in un mondo da "Le mille e una notte". Dall'entrata si viene catturati innanzitutto da una fragranza che accompagnerà i visitatori durante tutto il viaggio attraverso l'albergo. Si tratta dei prodotti Hermes che vengono regalati ai clienti dell'albergo e distribuiti in tutti gli spazi comuni della struttura tanto da far credere che sia quello l'odore del sogno d'Oriente. Un volta inebriata la vostra mente, sono gli occhi ad avere un sussulto di meraviglia quando ci si accorge di trovarsi nell'atrio d'albergo più alto del mondo – 180 metri – dove, guardando in alto, grazie ad un sapiente gioco di luci, viene riprodotta la Via Lattea. Una fontana di 42 metri abbaglia i visitatori con un gioco d'acqua a ritmo della danza tradizionale degli Emirati. Lasciando l'atrio d'ingresso, attraverso degli ascensori vetrati, si salgono i 25 piani del lussuoso hotel. Il tour Inside Burj Al Arab permette di visitare la Royal Suite, che come tutte le suite dell'albergo, è disposta su due livelli ed è decorata con soffitti in oro 24 carati. Gli interni dell'hotel sono anche più sbalorditivi del design esterno del Burj Al Arab. L'interior designer Khuan Chew ha voluto creare ambienti dal tipico stile arabo con mosaici che impreziosiscono le suite e la piscina a strapiombo dell'albergo. Il tour prosegue poi fino a giungere allo scenografico ristorante in cima con vista mozzafiato su Dubai.

La piattaforma per l’elicottero del Burj Al Arab usata come cmapo da tennis da Federe
La piattaforma per l’elicottero del Burj Al Arab usata come cmapo da tennis da Federe

Quanto costa alloggiare al Burj Al Arab

Il Burj Al Arab dispone di 201 suite, tutte distribuite su due livelli e arredate in stile barocco con rubinetterie di oro 24 carati, velluti, sete preziose e mosaici artistici. Le camere partono da una dimensione minima di 170 metri quadrati fino a raggiungere i 1.790 metri quadrati della Royal Suite. Si tratta dunque di veri e propri appartamenti o addirittura ville all'interno dell'iconico albergo che per questo si definisce l'unico hotel a sette stelle al mondo. Ad ogni suite viene assegnato un maggiordomo in livrea disponibile 24 ore su 24. Nell'hotel gli ospiti godono inoltre di prodotti esclusivi in regalo, giardini paradisiaci all0interno in cui passeggiare, nove bar e ristoranti tra cui scegliere, oltre alla spiaggia privata più bella di Dubai. Una notte in una suite al Burj Al Arab ha un costo da 1.623 euro a notte fino agli oltre 7.000 euro a notte delle suite diplomatica per una vacanza esclusiva.

2.870 CONDIVISIONI
Il leggendario Fao Schwarz apre a Milano: com'è fatto il più famoso negozio di giocattoli al mondo
Il leggendario Fao Schwarz apre a Milano: com'è fatto il più famoso negozio di giocattoli al mondo
Expo Dubai 2020: il gigantesco murale dello street artist Saype è un inno di pace e solidarietà
Expo Dubai 2020: il gigantesco murale dello street artist Saype è un inno di pace e solidarietà
Smart working a 2.173 metri di altezza: sul Monte Bianco l'ufficio più alto d'Italia
Smart working a 2.173 metri di altezza: sul Monte Bianco l'ufficio più alto d'Italia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni