3 Gennaio 2017
12:40

Riuscite a vedere il tavolo in questa stanza? Il design che non ti aspetti

Fernando Brizio ha creato un tavolo così sottile e leggero da sembrare invisibile e il modo in cui ci è riuscito ha dell’incredibile.
A cura di Clara Salzano

Un tavolo così non si era mai visto, anzi quasi non si vede. Si tratta dell'ultima creazione del designer Fernando Brizio che ha ideato un nuovo metodo di esposizione di gioielli attualmente in mostra al Sociedad Nacional de Belas Artes di Lisbona. Il tavolo di Fernando Brizio è così leggero e sottile da sembrare invisibile ma in grado di reggere ben novanta gioielli provenienti da diversi designer portoghesi, selezionati in occasione di "PIN 10 anni", la mostra che celebra il decimo anniversario di PIN (Associazione portoghese per la gioielleria contemporanea) curata da Marie-José van den Hoet. Di recente in una sala della Sociedad Nacional de Belas Artes di Lisbona è apparso infatti un tavolo che ha dell'incredibile: sembra invisibile e il modo in cui il progettista Brizio ci è riuscito è davvero sorprendente.

Misura 9 metri di lunghezza per 2,5 metri di larghezza, dimensioni che normalmente, con qualsiasi altro materiale, richiederebbero uno spessore notevole e vari elementi di sostegno, ma il tavolo di Fernando Brizio è quasi invisibile e ha un solo millimetro di spessore. Nessuna magia o forza soprannaturale ma solo sapiente ingegno del designer portoghese che ha realizzato un arredo sospeso tra due pareti della Sociedad Nacional de Belas Artes di Lisbona utilizzando 251 fili di nylon, ognuno da un millimetro di spessore. Alle pareti opposte della stanza sono stati fissati due pannelli di legno, all'interno dei quali Brizio ha inserito un sistema di ancoraggio che nasconde completamente viti e rondelle, in modo tale che i fili sembrano emergere direttamente dalla parete stessa.

Le scarse risorse finanziarie a disposizione per costruire la mostra, così come la leggerezza e le dimensioni ridotte dei pezzi esposti, ha portato nel corso del processo di progettazione in una smaterializzazione progressiva del dispositivo, che è diventato progressivamente più piccolo e più economico.

Fernando Brizio

Una ragnatela di fili crea un tavolo a sospensione quasi invisibile. Così si configura l'arredo di Fernando Brizio ,così sottile e impalpabile che sembra librarsi in aria. Quando la luce naturale penetra nella stanza, i fili del tavolo scompaiono alla vista in contrasto con lo sfondo bianco delle pareti: in questo modo i gioielli emergono sul tavolo come se lievitassero e risultano così ancora più evidenti. "Io ero interessato a fare una superficie che fosse invisibile, trasparente, leggera, sorprendente, e, a volte luminosa", spiega Brizio. Il nylon dei fili del tavolo è stato scelto per la sua elasticità e resistenza, permettendo alle corde di rimanere tese e ferme per tutto il tempo. Se il tavolo viene toccato i fili vibrano e con loro i gioielli ma la rete fitta consente agli oggetti di non spostarsi né cadere. Nonostante la resistenza e forza del nylon, il tavolo trasmette un senso etereo e di leggerezza come se l'arredo potesse scomparire.

Da vecchi container ad alloggi di design: a Groninga, l'ostello che non ti aspetti
Da vecchi container ad alloggi di design: a Groninga, l'ostello che non ti aspetti
Il nuovo Museo del Design Italiano alla Triennale Milano: cosa cambia e cosa ci aspetta
Il nuovo Museo del Design Italiano alla Triennale Milano: cosa cambia e cosa ci aspetta
Regali di Natale di design: 11 idee last minute per gli amanti dell'arredamento
Regali di Natale di design: 11 idee last minute per gli amanti dell'arredamento
1.285 di CS Design
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni