Lo studio di architettura Dierendonckblancke Architects, incaricato di creare una stanza per gli ospiti e una sala di lettura per un professore universitario con molti libri a Gand, in Belgio, ha trovato una soluzione audace realizzando un piccolo attico di appena 11 metri quadrati sul tetto della Hofstraat House, un edificio neo-rococò della città. Il risultato è spettacolare.

La piccola struttura rossa sul tetto della Hofstraat House è un'originale sala da lettura ma anche stanza degli ospiti all'occorrenza. L'idea dello studio Dierendonckblancke Architects è nata dall'esigenza del cliente di spazio aggiuntivo per i suoi molti libri: "Abbiamo visto un'opportunità perché oltre a un piccolo spazio esterno con poca luce solare al piano terra, il proprietario non aveva spazio esterno", ha affermato Alexander Dierendonck, che guida l'azienda con Isabelle Blancke. “Così abbiamo proposto di aggiungere un volume sul tetto. Le condizioni erano buone, con una bella vista sulla città.". La struttura di appena 11 metri quadrati è stata realizzata in legno lamellare a strati incrociati e ha persino un terrazzino attorno. La stanza è raggiungibile tramite una scala a chiocciola in acciaio blu interna all'appartamento del professore ed è rivestita in legno dipinto di rosso vivo. La scelta del colore è stata suggerita dai toni grigi della città in cui il progetto sul tetto si distingue nel paesaggio urbano circostante.

Adattare le vecchie case alle nuove esigenze è sempre una sfida per gli architetti., soprattutto quando si tratta di spazi molto piccoli o con possibilità limitate. L'obiettivo è stato quello di creare uno spazio aggiuntivo non solo funzionale ma anche esteticamente gradevole e totalmente distinguibile dalla preesistenza. Il risultato è stata un piccolo rifugio sul tetto della Hofstraat House di Gand con un'identità distintiva che ha ispirato anche altri progetti in Europa.