"Il Museo Marittimo di Shenzhen è una continuazione del suo ambiente naturale tra la montagna della penisola di Dapeng e il mare della baia di Longqi", con queste parole lo studio di architettura SANAA presenta il nuovo Museo marittimo di Shenzhen. Soprannominato Clouds on the Sea l'edificio sarà caratterizzato da una lunga struttura orizzontale di forme emisferiche che danno l'impressione di una nuvola sospesa sul Mar Cinese Meridionale.

SANAA ha vinto il concorso internazionale per progettare il Museo marittimo di Shenzhen, che sarà racchiuso da una collezione di forme emisferiche ricoperte da un tetto a lamelle simile ad una nuvola che volteggi sull'acqua. Il Museo marittimo di Shenzhen sarà un nuovo punto di riferimento per la città cinese ed è immaginato per assomigliare ad un gruppo di nuvole che emergono dal mare, "come un museo nato dall'oceano". La proposta firmata da SANAA, guidato da Kazuyo Sejima e Ryue Nishizawa, è risultata vincitrice dell'International Architecture Design Competition per il Museo Marittimo di Shenzhen. Al concorso hanno partecipato 88 dei migliori team di progettazione in rappresentanza di oltre 170 aziende di design da 20 paesi e regioni. Lanciato dal Planning and Natural Resources Bureau of Shenzhen Municipality (Municipal Ocean and Fisheries Bureau) e Bureau of Public Works di Shenzhen, il concorso ha premiato la migliore proposta per una cultura marittima immersa nella natura.

L'edificio progettato da SANAA è una "nuvola" bianca che emerge dall'oceano. "Inserendosi nel contesto delle montagne e del mare nella zona di Dapeng, il museo interpreta spazi edilizi fluidi e dinamici attraverso vocabolari progettuali sistematici e puri. Situato nella nuova area di Dapeng, il sito gode di una posizione geografica e di ambienti naturali superiori.", commenta la giuria del concorso, "SANAA ha progettato l'edificio per diventare un punto di riferimento nella baia di Longqi. Prenderà forma come una collezione di cupole a traliccio basse ricoperte da una rete a lamelle in acciaio inossidabile.". All'interno del museo, grazie alla cupola emisferica simile ad una sfera di vetro, la luce naturale penetra inondando lo spazio come se si fosse su una nuvola nel cielo soleggiato.