25 Maggio 2021
11:50

Il Padiglione danese è il più bello della Biennale di Architettura 2021 a Venezia

Al Padiglione danese della 17. Mostra Internazionale di Architettura va in scena un vero e proprio circuito dei sensi. L’esperienza, senza dubbio la più gratificante ed originale di questa Biennale di Architettura 2021 a Venezia, collega gli uomini tra loro e con la natura in un’installazione totale costituita da un gigantesco circuito di acqua raccolta in loco dagli stessi canali di Venezia.
A cura di Clara Salzano

Un sistema idrico ciclico collega i visitatori, i sensi e l'ambiente circostante al Padiglione danese alla 17. Mostra Internazionale di Architettura dove va in scena un vero e proprio circuito dei sensi a Venezia. Si intitola appunto Con-nect-ed-ness e mette in rilievo l’interconnessione degli uomini tra loro e con la natura in un'installazione totale costituita da un gigantesco circuito di acqua raccolta a Venezia.

Il Padiglione danese alla 17. Mostra Internazionale di Architettura – La Biennale di Venezia indaga il concetto di connessione tra uomo e natura con cui i visitatori fanno esperienza mentre attraversano la storica struttura. "Con riferimento al tema della Biennale Arte 2021 ’How will we live together?’ il contributo danese ricorda come l’architettura, in quanto arte, possa rendere visibile ciò che visibile non è, ed evocare un fondamentale sentimento di connessione tra gli uomini e la terra coi suoi elementi.", dichiara Marianne Krogh, curatrice del Padiglione danese, ”Viviamo in un’epoca in cui percepiamo chiaramente le conseguenze climatiche del fatto che le persone da secoli dividono il mondo in entità isolate, senza rendersi conto che le nostre azioni hanno conseguenze a migliaia di chilometri di distanza. Sia nel bene che nel male, come l’attuale pandemia mostra in modo inquietante. L’obiettivo del Padiglione danese è di creare uno spazio che dia consapevolezza dell’appartenere gli uni agli altri; in cui i visitatori possano sperimentare sul proprio corpo questa connessione di cui noi tutti siamo parte”.

È l’acqua l'elemento principale nel Padiglione danese della Biennale di Architettura 2021, e non poteva essere diversamente trovandosi a Venezia. La curatrice Marianne Krogh insieme allo studio di architettura Lundgaard & Tranberg Arkitekter ha creato un’installazione totale che trasforma completamente la struttura del padiglione e lo incorpora nel circuito della natura. Per l'installazione è stata sfruttata l’architettura stessa dei due padiglioni esistenti: le tubazioni che attraversano l’edificio e i serbatoi all’esterno per la raccolta dell’acqua sono visibili. Nella sala centrale del padiglione vi sono tessuti che vanno dal pavimento al soffitto e che aggiungono contrasto e materialità alla costruzione semplice e grezza mentre il pavimento, riciclato da una vecchia palestra, è trasformato in una gigantesca piattaforma galleggiante.

I visitatori del padiglione danese sono invitati a prendere parte attiva nel circuito bevendo una tazza di tè ricavato dalle foglie di verbena, un tipo di agrumi piantato nel padiglione: alberi che anch’essi assorbono l’acqua dal grande circuito. L'esperienza espositiva nasce dall'incontro tra il visitatore, l'edificio e l'ambiente circostante, che con il circuito dell'acqua come forza motrice influenza costantemente l'esperienza sensoriale. Nel padiglione l’acqua viene raccolta in loco e le variazioni climatiche influenzeranno continuamente l'espressione e la forma dell’esposizione per cui, ad esempio, parti del padiglione saranno allagate per sottolineare che l’acqua è allo stesso tempo un elemento vitale, poetico, potente e ribelle. ”Crediamo che mediante i sensi sia possibile cominciare a comprendere noi stessi in un contesto più grande.", spiega Marianne Krogh, "È il primo passo verso un’assunzione di responsabilità, sia nel nostro metterci in relazione con la terra che gli uni con gli altri”. Il padiglione danese, come la 17a Mostra Internazionale di Architettura – La Biennale di Venezia sarà visitabile fino al 21 novembre 2021.

Cosa vedere alla Biennale di Architettura 2021: 5 opere da non perdere assolutamente
Cosa vedere alla Biennale di Architettura 2021: 5 opere da non perdere assolutamente
Biennale di Architettura 2021: che delusione il Padiglione Italia!
Biennale di Architettura 2021: che delusione il Padiglione Italia!
Se la Biennale di Architettura 2021 diventa motivo di riscatto sociale
Se la Biennale di Architettura 2021 diventa motivo di riscatto sociale
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni