16 Luglio 2021
14:20

Il Parco Nazionale d’Abruzzo diventa un museo d’arte contemporanea a cielo aperto

Arteparco è un progetto che nasce con la volontà di portare l’arte contemporanea nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, uno dei luoghi naturalistici più antichi e suggestivi d’Italia. Ogni anno un artista sarà invitato a confrontarsi con le Foreste Vetuste del Parco, Patrimonio dell’Unesco, che diventeranno non solo cornice ma parte stessa delle opere. Il 31 luglio 2021, in occasione della quarta edizione di Arteparco, sarà presentata l’installazione site-specific Radicorno dell’artista Sissi.
A cura di Clara Salzano

Arteparco arriva alla sua quarta edizione e per l'occasione presenta l’installazione site-specific Radicorno dell’artista Sissi (Bologna, 1977), visibile da sabato 31 luglio 2021. Arteparco è un progetto che nasce con la volontà di portare l’arte contemporanea nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, uno dei luoghi naturalistici più antichi e suggestivi d’Italia. Ogni anno un artista sarà invitato a confrontarsi con le Foreste Vetuste del Parco, Patrimonio dell’Unesco, che diventeranno non solo cornice ma parte stessa delle opere.

L'installazione site-specific

Dopo il successo delle prime tre edizioni che hanno visto nascere nel Parco le opere "Animale Vegetale (Il Cuore)" dell’artista-designer Marcantonio, "specchi angelici" di Matteo Fato e "Un tempo è stato" di Alessandro Pavone, l’artista Sissi, protagonista di questa quarta edizione, ha immaginato una scultura in ceramica bianca, alta circa 2 metri, che si avvolge su se stessa fino a terminare in una punta conica dai colori simbolici. Modellata istintivamente per evocare la natura metamorfica di una radice, l'installazione site-specific si chiama Radicorno ed è collocata su una grande pietra trovata dall’artista nel Parco, su cui si avvita fino a prendere la forma del corno di un mitico unicorno e diventare un tutt'uno con la natura in cui si inserisce. Le opere di Arteparco sono infatti tutte realizzate con materiali ecologici, proprio perché si trasformeranno seguendo i ritmi e le condizioni dell’ambiente, diventando parte integrante del Parco stesso.

Il progetto Arteparco

Il progetto Arteparco è stato ideato dall’agenzia di comunicazione Paridevitale che lo ha realizzato insieme all’Ente Parco, il Comune di Pescasseroli e PARCO1923 – brand di profumi ispirato alle piante e ai fiori del Parco, e sviluppato in collaborazione con BMW Italia e Sky Arte. Sono di BMW le e-Bike messe a disposizione dei visitatori per esplorare e ammirare le diverse installazioni disseminate nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise che dal 2018 è un museo di arte contemporanea a cielo aperto: ““Con il simbolo del corno dell'unicorno ho voluto sovvertire il concetto di wunderkammer, nato in un'altra epoca da una civiltà moderna e coloniale, in espansione, che rubava elementi esotici per collezionarli privatamente." afferma Sissi, "Con ‘Radicorno' l'intento è quello di riportare nel paesaggio questi elementi ancestrali, con la speranza di riparare ogni torto subito, per rendere omaggio e fare pace con la natura. La natura è il legittimo luogo delle meraviglie e tra tutti gli elementi la ceramica, con la sua pulsione celebrale organica è per me lo strumento più adatto a rappresentare il mito e a creare nuove leggende".

Il Castello di Semivicoli diventa una galleria d'arte a cielo aperto
Il Castello di Semivicoli diventa una galleria d'arte a cielo aperto
Estate rurale: 10 mete imperdibili nel Parco Nazionale del Gran Sasso
Estate rurale: 10 mete imperdibili nel Parco Nazionale del Gran Sasso
L'arte di Job Smeets al Castello di Semivicoli in Abruzzo
L'arte di Job Smeets al Castello di Semivicoli in Abruzzo
390 di CS Design
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni